Il premio per startup che sviluppano progetti per i Millennials. Gli Accenture ConsumerTech Awards

Il concorso premia le aziende innovative che permettono di migliorare l’interazione tra Millennials e marchi. Tra i finalisti della precedente edizione anche le italiane Zego Ride Sharing e Buzzoole

Startup che sviluppano progetti innovativi per conquistare i Millennials. Un concorso che premia le aziende che permettono di migliorare l’interazione tra Millennials e marchi, con un’attenzione particolare a customer experience e personalizzazione di servizi e prodotti. Questi gli obiettivi degli Accenture ConsumerTech Awards, il contest aperto a startup e aziende emergenti costituite da meno di tre anni, essere finanziate da singoli investitori o venture capital,  ancora in fase pre-revenue o in fase beta. Per applicare c’è tempo fino al 7 aprile 2017. QUI il form per le candidature. I vincitori del concorso avranno la possibilità di partecipare al Millennial 20/20 Summit, appuntamento sponsorizzato da Accenture, Forbes, CNBC, che intende catalizzare l’attenzione di imprese, investitori e innovatori attorno ad una generazione, quella dei Millennials, che, secondo i dati, entro il 2018 rappresenterà un quarto della popolazione mondiale e avrà la capacità di spesa più alta di tutte le altre generazioni. Potranno inoltre presentare la propria idea davanti ad una platea internazionale, godranno della consulenza di un team di esperti di Accenture che li aiuterà a far crescere la loro idea, migliorare specifiche aree del business e conquistare clienti reali. Inoltre avranno uno showcase per tre mesi all’interno dell’Accenture Innovation Hub di Londra. Nella precedente edizione del premio, svoltasi a New York, sono state raccolte le candidature di 200 startup, tra le 12 finaliste selezionate sono arrivate anche le italiane Zego Ride Sharing e Buzzoole.

Accenture

ACIA, la startup che ha vinto gli Accenture Consumer Innovation Awards 2016. Credits Daniel Lynch

Shopper, Consumer, Traveller, Driver

Queste le 4 categorie a cui è possibile candidarsi. Millennial Shopper: soluzioni che forniscono una maggiore comprensione del comportamento e della domanda dei consumatori, miglioramenti in product design, distribuzione, stock management e logistica, o che consentono una crescita nel flusso di visitatori, vendite e offerta di prodotti, sia online che offline. Millennial Consumer: soluzioni che permettono di fidelizzare i consumatori ad un brand e incrementarne gli acquisti; personalizzare la brand experience o ancora che consentono alle aziende di essere più flessibili nel rispondere ed adattarsi agli stili di vita dei loro clienti. Millennial Traveller: soluzioni che migliorano la customer experience nel settore Travel&Hospitality, il servizio al cliente oriducono i costi operativi. Millennial Driver: soluzioni che permettono di ridurre l’impatto ambientale legato all’utilizzo delle auto, arrichiscono l’esperienza d’acquisto o il post-vendita per il settore, migliorano i servizi di connettivitá nel veicolo.

Millennial 20/20 Summit

I finalisti selezionati presenteranno le loro idee ad una giuria il 2 maggio a Londra in occasione del Millennial 20/20 Summit. La premiazione vera e propria è in programma il 4 maggio, sempre sul palco del Millennial 20/20 Summit, presso Truman Brewery di Londra, alla presenza di oltre 4 mila brand, retailer e start-up. Al summit sarà possibile scegliere tra gli interventi di 200 world-class speaker, visitare 60 esposizioni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook e YouTube lavorano contro la propaganda terroristica sulle loro piattaforme

Il social per eccellenza e il portale di videosharing si attrezzano per fare fronte alla minaccia estremista con un misto di tecnologia e buon senso: il riconoscimento automatico spesso non basta a eliminare i contenuti pericolosi

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito