La startup delle feste in casa (divise per generi, festometro e location). Situa

Il progetto permette agli utenti di trovare, nella propria città e in maniera geolocalizzata, tutte le feste in casa ospitate dagli altri utenti dell’applicazione

E’ un progetto partito il 21 gennaio 2017, che in pochi mesi di attività ha suscitato l’interesse del pubblico: 50 mila utenti registrati e la segnalazione da parte di Apple come app consigliata. Il progetto si chiama Situa, è a cavallo tra social network, sharing economy e lifestyle e permette agli utenti di trovare, nella propria città e in maniera geolocalizzata, tutte le feste in casa ospitate dagli altri utenti dell’applicazione. Ogni evento è profilato secondo categoria, genere musicale, “festometro”, descrizione e immagini della location. Queste caratteristiche permettono di conoscere altre persone con gli stessi interessi e gli stessi intenti per la serata. Oltre a questo, ogni volta che viene creato un nuovo evento, gli utenti in zona possono esser avvisati tramite una notifica. Le Situa sono strutturate con opportuni meccanismi che permettono di tutelare la privacy e le strutture degli organizzatori. Tra questi, ci sono l’approvazione selettiva dei partecipanti (basandosi sui profili social e sul sistema di feedback integrato) e le impostazioni di visibilità dell’evento, indirizzo, contatti. Su Situa sono già stati creati centinaia di Eventi in tutte le regioni e qualche evento anche in Spagna, Germania, Svizzera e Albania.

Situa

La tecnologia per avvicinare le persone

«Siamo molto soddisfatti di questo primo traguardo – spiega Diego Banovaz, CEO di Situa – la cosa per noi di alto valore è l’utilizzo che stanno facendo gli utenti della piattaforma: vediamo ogni giorno eventi creati su misura dagli organizzatori come serate cinema, nerd o feste a temi molto particolari. Questo per noi è fondamentale per dare ai nostri utenti un’offerta unica in piattaforma e per dar loro la possibilità di conoscere persone affini. Attualmente stiamo lavorando sul progetto nei ritagli di tempo – continua Diego – ora stiamo cercando un seed che ci permetta di dedicarci al 100% a Situa e farlo scalare quanto prima anche a livello internazionale. Crediamo davvero che il nostro progetto possa essere un modo di utilizzare la tecnologia per avvicinare le persone ed un efficace strumento per far incontrare persone che hanno gli stessi interessi e passioni».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook e YouTube lavorano contro la propaganda terroristica sulle loro piattaforme

Il social per eccellenza e il portale di videosharing si attrezzano per fare fronte alla minaccia estremista con un misto di tecnologia e buon senso: il riconoscimento automatico spesso non basta a eliminare i contenuti pericolosi

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito