Feb 16, 2018

Nasce il marketplace delle startup italiane

Una piattaforma per sposare domanda e offerta di innovazione a disposizione di giovani imprese e di aziende consolidate, col supporto di Oracle e di altri grandi nomi

Matchmaking fra domanda e offerta di innovazione. Italia Startup, l’associazione no profit che sostiene l’innovazione italiana, ha lanciato il progetto Marketplace delle startup e per le startup. Si tratta di una piattaforma che ha l’obiettivo di aiutare le giovani imprese italiane ad accelerare l’accesso al mercato, un nuovo canale di contatto e di vendita per scambiarsi prodotti e servizi fra loro e verso imprese più grandi e consolidate.

Come funziona

In pratica il sito consente alle startup, in particolare B2B, di mettere in vetrina in modo dettagliato i propri prodotti e servizi e di attivare contatti e transazioni direttamente online. “Ci fa piacere annunciare l’avvio di questo progetto che è a disposizione degli associati e di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiano – ha spiegato Federico Barilli, segretario generale Italia Startup – è un servizio di valore concreto per le startup, ospiti del portale in modalità gratuita nelle sua fase di test fino a giugno 2018 e anche per le aziende che hanno creduto nel progetto e che lo sostengono con convinzione. Consolidare l’approccio al mercato da parte delle startup, aiutando specularmente le aziende a offrire prodotti e servizi di valore per l’ecosistema startup, attiva un circolo virtuoso di contatti e di transazioni, a beneficio dell’innovazione del sistema industriale italiano”.

Chi contribuisce e supporta il progetto

Le aziende possono offrire prodotti e servizi dedicati alle startup, guadagnandosi così la possibilità di entrare in contatto diretto con imprese innovative italiane, in una logica di open innovation e di partnership. Ovviamente al networking che si attiva sul portale corrisponde un’ulteriore opportunità negli incontri ed eventi offline che vengono organizzati ad hoc per tutte le aziende presenti sulla piattaforma. Sono 20 le startup attive ma molte altre stanno per unirsi. Il Marketplace ha il supporto di sponsor quali Oracle, Kpmg, Ovh, Twt e il sostegno degli studi professionali Abcf, A&G, Di Stefano Associati, Milano Notai, Trevisan & Cuonzo Avvocati, della società di consulenza Tree e di StartupItalia!.

 

Al progetto lavorano anche Cloudesire, EffettoDomino, Guanxi, HubSpot, iPress e Instilla, “il cui supporto è fondamentale per la piattaforma di esposizione e vendita dei servizi, la comunicazione del progetto, l’onboarding delle startup e delle aziende, il marketing digitale dei prodotti/servizi ospitati, la generazione di contatti e di domanda” si legge in una nota.

Il marketplace su Oracle Cloud

Il marketplace delle starutp italiane, in particolare, nasce su Oracle Cloud. E Oracle, come le altre aziende che partecipano, espone sulla piattaforma i propri servizi cloud fruibili dalle startup: dal semplice accesso alle risorse cloud erogate da Oracle a offerte più complesse e a valore crescente per le quali attraverso trial, si danno indicazioni puntuali su come utilizzare il cloud. Dal semplice database su IaaS, a un pacchetto ad hoc per lo sviluppo di applicazioni nei più comuni linguaggi di programmazione, fino all’erogazione di tutti gli strumenti utili a mettere in produzione un progetto di business analytics.

 

“Siamo orgogliosi del supporto che possiamo dare al mercato italiano dell’innovazione mettendo a disposizione la nostra piattaforma Cloud – ha dichiarato Fabio Spoletini, country manager di Oracle Italia – Oracle Cloud è una piattaforma completa sulla quale le startup possono fare crescere il loro business grazie alla capacità di integrarsi con i sistemi esistenti ma soprattutto grazie all’apertura e al supporto assicurato alle community opensource”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter