Winelivery raccoglie più di 1,1 milioni di euro su Crowdfundme - Startupitalia immagine-preview

Gen 11, 2019

Winelivery raccoglie più di 1,1 milioni di euro su Crowdfundme

Ad oggi l'azienda che ​consegna vino in 30 minuti a domicilio ha raccolto esattamente 1.153.000 euro grazie al sostegno di oltre 450 investitori che diventano soci dell'azienda e ne sostengono la crescita

Si avvicina il giorno della chiusura della campagna ma Winelivery ha già raggiunto il suo obiettivo record: superare il milione di raccolta sulla piattaforma CrowdFundme. Ad oggi l’azienda che ​consegna in 30 minuti vini e altri alcolici a domicilio ha raccolto esattamente 1.153.000 euro grazie al sostegno di oltre 450 investitori che diventano soci dell’azienda e ne sostengono al crescita. Winelivery non è nuova al finanziamento tramite crowdfunding e infatti si tratta della terza raccolta nel giro di un anno per un totale di oltre 1.7 milioni.

Leggi anche: Winelivery a quota 800K euro: “L’obiettivo del round è 1,2M, per crescere in 25 nuove città”

Non c’è soltanto la raccolta fondi da raccontare, ma anche la crescita della startup che​ chiude un 2018 con fatturato + 500% rispetto al 2017 e come dice Francesco Magro, CEO e Founder, “​Siamo pronti per questo 2019 in cui vogliamo mantenere il nostro trend di crescita, continuando a consolidare la nostra posizione di leadership in questo mercato. Il mercato del vino è in continua crescita e la porzione del delivery, ossia il vino consegnato a domicilio, mostra dati più che incoraggianti non soltanto in Italia, ma in tutta Europa”.

Nata a Milano nel 2016, ​Winelivery ora si trova già su 5 piazze italiane​, si sono infatti aggiunte le città di Torino, Bologna, Bergamo e ad ottobre 2018 anche ​Firenze grazie alla collaborazione con Signorvino​ e altri partner come Gruppo Campari con cui già nel 2017 ha creato un’app dedicata alla consegna di kit per farsi un Aperol Spritz a casa e ancora con Sanpellegrino e Sanbitter (gruppo Nestlè Waters).

Grazie ai fondi raccolti la startup Winelivery prevede di aprire nella Capitale e mettere le basi per aprire all’estero, precisamente a Monaco di Baviera per poi chiudere un 2021 con un totale di 25 città servite.

 

La campagna su Crowdfundme

Il 2018 si è chiuso in modo molto positivo per la piattaforma Crowdfundme che ha chiuso l’anno con 8.700.000 euro raccolti contro i 3.500.000 del 2017 per un +149% . 30 i progetti finanziati con il record di Glass To Power con una raccolta di 2.250.000 euro e 495 investitori. Per raggiungere gli obiettivi dei prossimi anni, CrowdFundMe ha deciso di puntare anche sul collocamento nel mercato AIM di Borsa Italiana avviando un processo per la quotazione.  Il collocamento è aperto (chiuderà il 18 gennaio) sia ad investitori istituzionali sia ai retail attraverso sottoscrizioni in aumento di capitali, gestite da Directa Sim.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter