Mamacrowd: un 2018 in doppia cifra per il crowdfunding - Startupitalia immagine-preview

Gen 17, 2019

Mamacrowd: un 2018 in doppia cifra per il crowdfunding

La piattaforma di SiamoSoci si conferma prima in Italia per la raccolta di equity. 32 campagne chiuse e più di 10 milioni di euro raccolti

Senza ombra di dubbio, in un 2018 che ha visto una crescita significativa degli investimenti in startup italiane, il fenomeno che ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori è quello dell’equity crowdfunding. Grazie a nuove regole, e una ritrovata attenzione da parte degli investitori in cerca di diversificazione per i propri investimenti, il numero di campagne finanziate con successo è più che raddoppiato rispetto all’anno precedente: sono state 114, con una raccolta complessiva che ha triplicato quella del 2017 arrivando a 36 milioni di euro.

Leggi anche: 522 milioni di euro raccolti dalle startup nel 2018. Tutti i finanziamenti

A far la parte del leone è stata senza dubbio Mamacrowd: 32 campagne, pari al 28 per cento del totale, sono state avviate e finanziate sulla piattaforma SiamoSoci. Mamacrowd conta ormai oltre 30.000 utenti e vanta un success rate (le campagne concluse con il raggiungimento dell’obiettivo) superiore al 90 per cento. Così facendo sono stati raccolti circa 10 milioni di euro: di fatto un terzo del totale complessivo del mercato.

I record del 2018

Sono soprattutto privati gli investitori attivi su Mamacrowd. Sulla piattaforma trovano aziende, che tipicamente sviluppano servizi e prodotti innovativi, che sono state vagliate da Mamacrowd e che vengono quindi presentate in modo il più possibile completo ed esaustivo. L’intero mercato è regolato dalla Consob, quindi ci sono regole precise da rispettare. In più SiamoSoci ha creato un vero e proprio network di partner, sono ormai 51, che affiancano le aziende per aiutarle a presentarsi al meglio ai potenziali investitori.

Il massimo successo del 2018 è stato quello messo a segno da Club Italia Investimenti, che ha raccolto 1.202.387 euro su Mamacrowd, seguita da Medics che ha incassato 748.000 euro per il suo business legato a scafi e protesi per la chirurgia stampati in 3D. Terzo posto a parimerito per DNA Phone e Fidelity House: 650.000 euro a testa per l’analisi mobile delle filiere alimentari e per un social content network pensato per monetizzare lo user generated content.

 

Record destinati probabilmente ad essere superati nel 2019. Green Energy Storage ha superato 1,1 milioni con 29 giorni residui sul conto alla rovescia, mentre la campagna di StartupItalia sfiora 1,1 milioni di euro con ancora più di 30 giorni a disposizione. In totale sono quasi 1.000 gli investitori coinvolti in queste solo due campagne.

Il mercato dell’equity crowdfunding

Esiste una differenza sostanziale tra il crowdfunding a cui siamo stati abituati da piattaforme come Indiegogo o Kickstarter, e l’equity crowdfuinding. Nel primo caso la raccolta viene tipicamente indirizzata alla realizzazione di un progetto specifico, nel finanziare le fasi finali dello sviluppo e la distribuzione del prodotto a fronte di una serie di perk che possono essere costituiti da sconti o dal prodotto stesso. La raccolta è dunque più circoscritta, con una finalizzazione specifica e puntuale che viene indicata sia in termini temporali che di come saranno investiti i capitali.

 

Per quanto attiene l’equity crowdfunding la questione è diversa: si tratta di investire in cambio di equity, quindi diventando di fatto soci dell’azienda che si va a finanziare. Possono essere riconosciuti dei perk, per invogliare a farlo, ma si tratta di un meccanismo diverso dal precedente. “Quest’anno Mamacrowd ha più che raddoppiato i risultati del 2017: un grande successo che dimostra come il modello alternativo online di raccolta di capitali dedicato alle aziende in cambio di quote societarie stia diventando fondamentale per la crescita dei progetti innovativi nel nostro Paese”: parola di Dario Giudici, Presidente di SiamoSoci.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter