immagine-preview

Feb 7, 2019

Martha’s Cottage chiude un round da 520mila euro

La startup di Siracusa è l'e-commerce per il matrimonio leader in Italia e in Europa e punta ad espandersi ancora di più

Martha’s Cottage (qui il sito) l’e-commerce per il matrimonio leader in Italia e in Europa, ha chiuso un aumento di capitale per un importo complessivo di 520mila euro, grazie a una campagna di equity crowdfunding e al successivo contributo di altri investitori privati. In meno di tre mesi sono stati raccolti 430mila euro su Mamacrowd.

Parola al CEO

“Martha’s ha dimostrato di poter crescere e scalare il business dei matrimoni. Questo funding è determinante per supportare le attività di marketing rivolte ad espandere la base clienti e stimolare la crescita a livello internazionale, accelerando lo sviluppo in Italia e in Europa. A oggi realizziamo il 20% dei ricavi all’estero e l’obiettivo per il 2020 è di salire a quota 85%. E questa raccolta rappresenta un ponte verso un ulteriore e decisivo funding che ci consenta il salto dimensionale da startup a scaleup. È un passaggio a cui puntiamo e per il quale stiamo valutando anche le proposte di alcuni investitori industriali”, ha dichiarato Salvatore Cobuzio, founder & CEO di Martha’s Cottage. La startup punta a rafforzarsi sui mercati esteri, dopo aver avviato l’espansione internazionale nel 2017. Proprio questi fondi serviranno per attirare nuovi clienti con attività di marketing mirate. Nel 2018 ha chiuso l’esercizio con un fatturato più che raddoppiato, pari a 1,5 milioni di euro, di cui circa il 20% realizzato all’estero, in Francia, Spagna e Germania.

Investitori conquistati dalle potenzialità

Il merito dei fondatori di Martha’s Cottage è stato di anticipare il cambiamento di questo business che da tradizionale si è trasformato in digitale. “Crediamo che gli investitori siano stati maggiormente convinti dalla validità e dalle potenzialità di crescita del nostro business. In Italia tutti hanno paura dell’e-commerce perché pensano che ci sia spazio solo per Amazon. Oggi, i consumatori non vogliono essere uguali a tutti gli altri: vogliono sentirsi speciali, ricercano un’offerta studiata su misura sulle proprie esigenze, soprattutto per un evento unico come quello del proprio matrimonio; e per questo sono disposti ad alzare il loro livello di spesa. Gli utenti non vanno più nei negozi in cerca di un semplice prodotto – è più facile trovarlo su Amazon. Quando invece hanno un’esigenza specifica ampliano lo spettro delle proprie ricerche, rivolgendosi a store online o negozi dove possano ispirarsi e rivolgersi ad esperti che li guidino nell’esperienza d’acquisto”, ci ha confessato Salvatore Cobuzio.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter