La startup trentina Immagina Biotechnology chiude un round da un milione di euro - Startupitalia

Ultimo aggiornamento il 9 marzo 2020 alle 9:13

La startup trentina Immagina Biotechnology chiude un round da un milione di euro

A sottoscrivere l’investimento sono stati i soci esistenti, tra cui Mauro Cogoli, Giovanni Zobele, Technicon S.p.A., Hermann Hauser Investment Gmbh

Immagina BioTechnology S.r.l. (The Ribosome Company) offre una piattaforma esclusiva dedicata alla ricerca farmaceutica e biomedica in grado di isolare specifici componenti cellulari (i ribosomi attivi), cioè stampanti molecolari che leggono un testo (chiamato RNA) e producono i mattoni funzionali (chiamate proteine) di ogni cellula vivente.

La piattaforma comprende attualmente 5 kit per ricerca ed alcuni prodotti accessori per purificazione e sequenziamento di campioni biologici. Questi prodotti, unici in commercio, sono in grado di dare un’immagine di quello che le cellule sane o malate producono.

Attualmente i prodotti Immagina sono venduti in tutto il mondo ad aziende farmaceutiche e centri di ricerca pubblici e privati per studi all’avanguardia nel settore biomedico.

L’iniezione di capitale

E’ stata recentemente conclusa un’iniezione di capitale di circa un milione di euro per sostenere i piani di sviluppo di Immagina BioTechnology S.r.l., startup del settore biotech nata e cresciuta in Trentino Alto Adige.

A sottoscrivere l’investimento sono stati i soci esistenti, tra cui Mauro Cogoli, Giovanni Zobele, Technicon S.p.A., Hermann Hauser Investment Gmbh e nuovi investitori provenienti da Svizzera, Austria, Germania, dal tba-network Altoatesino e dal resto d´Italia.

L’aumento di capitale e l’investimento sono destinati a sostenere lo sviluppo commerciale e marketing a livello globale, oltre alla costante innovazione di prodotto.

Infatti, Immagina BioTechnology S.r.l. ha recentemente siglato un accordo con l’azienda inglese Oxford Nanopore Technologies per un progetto di collaborazione sul sequenziamento dell’RNA.

L’attività di Immagina BioTechnology S.r.l. si svolge nel Laboratory of Biomarker Studies and Structure Analysis for Health (LaBSSAH), un laboratorio congiunto tra Università di Trento/Fondazione Bruno Kessler (FBK)/Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Biofisica CNR-IBF, e costituito all’interno delle strutture di FBK a Trento.

Tecnologia brevettata RiboLace

Fondata nel 2014 dal ceo Massimiliano Clamer dopo anni di ricerca sviluppata nei laboratori del Centro di Biologia Integrata dell’Università di Trento e dell’Istituto di Biofisica del CNR (CNR-IBF) la startup è operativa sotto il profilo commerciale dal 2019.

L’azienda ha sviluppato la tecnologia brevettata RiboLace, che permette di capire meglio come funzionano le cellule, sia sane sia malate, con ricadute in campo applicativo e nella ricerca di base soprattutto nell’ambito della medicina personalizzata. La piattaforma comprende attualmente cinque kit per ricerca ed alcuni prodotti accessori per purificazione e sequenziamento di campioni biologici. Immagina Biotech ha attivato partnership con altre realtà, come quella con l’azienda inglese Oxford Nanopore Technologies per un progetto di collaborazione sul sequenziamento dell’Rna.

La startup IMMAGINA è operativa commercialmente da inizio 2019 ed attualmente è composta da un team di 6 persone in espansione per supportare le necessità commerciali. Quest’ultimo investimento si va ad aggiungere ai primi investimenti del 2017, al supporto di Banca Intesa e ad un contributo LP6/99 (stanziamento della provincia autonoma di Trento per l’incentivazione delle attività economiche), che sono stati dedicati allo sviluppo delle proprietà intellettuali e della piattaforma.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter