Covid-19, nel mondo la situazione peggiora. Gli Stati più colpiti
single.php

Ultimo aggiornamento il 14 luglio 2020 alle 12:14

Covid-19, nel mondo la situazione peggiora. Gli Stati più colpiti

I morti di Coronavirus a livello globale sono più di 573mila. Gli infetti in tutto oltre 13 milioni

Il Vecchio continente, che pure tra marzo e aprile ha pagato un prezzo altissimo alla pandemia di Covid-19, sembra ormai una isola “felice” rispetto alla situazione sanitaria del resto del mondo. Sebbene desti preoccupazione il focolaio tedesco (il numero di casi confermati in Germania è aumentato di 412 e nel corso della giornata ci sono state 4 vittime, con il totale dei decessi salito quindi a 9.068), la situazione si aggrava di ora in ora al di fuori dei nostri confini. Gli Stati che non si sono mossi per tempo al fine di arginare il Coronavirus stanno infatti riscontrando non poche difficoltà a debellarlo. E la situazione in alcune parti del pianeta continua a peggiorare velocemente. I morti di Coronavirus a livello globale sono più di 573mila. I casi totali hanno superato le 13 milioni di unità.

Continua la battaglia in Russia

Sono 6.248 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore. Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia sale così a 739.947. I morti sono 175 nel corso dell’ultima giornata e, stando ai dati ufficiali, 11.614 in tutto. Lo riferisce il centro operativo russo anticoronavirus. La Russia è il quarto Paese al mondo in termini assoluti per totale dei contagi. Questo nonostante ci siano parecchie riserve sulla attendibilità dei dati divulgati.

Leggi anche: Col Covid 2,5 miliardi di ton di gas serra in meno. Ma economia a pezzi

Crescono ancora i casi in Bulgaria

Prosegue la ripresa dei contagi in Bulgaria: nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Covid-19 sono stati 159, per un totale di 7.411 dall’inizio dell’epidemia. Secondo i dati dei responsabili sanitari citati dai media regionali, altri otto decessi hanno portato a 276 il numero complessivo delle vittime.

Negli USA altri 60mila nuovi casi

Gli Stati Uniti contano nuovamente altri 60 mila nuovi casi di Covid-19: 59.222 nuovi infetti nelle ultime 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University. Si tratta di un numero perfettamente in linea con il bilancio quotidiano visto nelle ultime settimane, segno che il contagio non sta rallentando. Qualche giorno fa persino Donald Trump aveva deciso infine di apparire in pubblico con la mascherina nel tentativo di sensibilizzare gli statunitensi all’uso. I contagi totali nel Paese sono ora oltre 3,36 milioni. Il bilancio dei morti sale a 135.582, di cui 411 nella giornata di lunedì.

Si aggrava la situazione in Perù

Situazione ancora del tutto fuori controllo in Sud America. Il bilancio dei casi di Covid-19 in Perù ha superato quota 330mila e quello dei morti è oggi oltre la soglia dei 12mila: lo ha reso noto il ministero della Sanità del Paese, secondo quanto riporta la Cnn. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 3.797, un dato che ha portato il totale dall’inizio della pandemia a quota 330.123. Allo stesso tempo, sono stati registrati ulteriori 184 decessi, per un totale di 12.054. Il Perù è il secondo Paese in America Latina con il più alto numero di casi dopo il Brasile (1.884.967) ed il quinto a livello mondiale.

Il Messico supera i 300mila casi di Covid-19

Non ci sono segnali di miglioramento nemmeno in Messico, dove ieri si sono registrati 4.685 casi di Covid-19, un dato che porta il bilancio complessivo dei contagi segnati finora quota 304.435: allo stesso tempo, i morti nelle ultime 24 ore sono stati 485, che hanno spinto il totale a quota 35.491. Lo ha reso noto il ministero della Sanità. Secondo i conteggi della Johns Hopkins University, il Messico è il settimo Paese con il maggior numero di casi a livello mondiale.

India, 100mila infetti in 4 giorni

Numeri record sul contagio arrivano anche dall’India dove sono stati registrati oltre 100mila casi di Covid-19 in soli quattro giorni: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. Nelle ultime 24 ore nel Paese i contagi sono stati 28.498 ed i decessi 553, dati questi che portano i rispettivi bilanci a quota 906.752 e 23.727. In India, terzo Paese al mondo per numero di casi, sono guarite finora 571.460 persone: i casi attivi sono 311.565 e dall’inizio della pandemia sono stati eseguiti oltre 12 milioni di tamponi.

Nuovo picco anche in Pakistan

Il Pakistan ha registrato 1.979 nuovi casi di Covid-19 e 50 morti nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il ministero della Sanità. I dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 253.604 e quello dei decessi a quota 5.320. Le province più colpite sono sempre il Sindh e il Punjab, rispettivamente con 106.622 e 87.492 casi. Attualmente 2.151 pazienti sono in condizioni critiche (+314).

Leggi anche: Studio: negli USA Covid non arrivò dall’Italia, già presente a febbraio

Israele, record di contagi

La diffusione del Covid-19 ha registrato ieri un nuovo record giornaliero in Israele: 1.681 contagi fra gli oltre 27 mila test condotti (poco più del 6%). Secondo quanto reso noto dal ministero della Sanità, il numero complessivo dei casi positivi è salito a 41.235. I decessi finora sono 368. Gli affetti dal virus sono ora 21.393, per lo più isolati nelle loro abitazioni o in alberghi predisposti dalle autorità. Su 500 ricoveri per Coronavirus, 177 versano in condizioni gravi (55 pazienti in rianimazione). Le città più colpite sono Gerusalemme (con oltre mille contagi nell’ultima settimana), la cittadina ortodossa di Bnei Brak (594 casi in una settimana) e Tel Aviv (574). Secondo i media torna così a profilarsi la necessità di un lockdown nazionale, anche se il governo ha ribadito ancora ieri che farà tutto il possibile per non dover ricorrere a un provvedimento talmente drastico, temendo serie ripercussioni per la propria economia.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter