#SIOS20 | Il digitale bello e utile: le startup hanno ispirato le grandi aziende
single.php

Ultimo aggiornamento il 22 luglio 2020 alle 11:52

#SIOS20 | Il digitale bello e utile: le startup hanno ispirato le grandi aziende

Secondo giorno per la Summer Edition dello StartupItalia Open Summit

Nel secondo giorno dello StartupItalia Open Summit 2020 powered by Innois, continuiamo a parlare di innovazione, tecnologia e inclusione. Tra gli eventi andati live questa mattina, c’è stato “The Future is… Pagina bianche da scrivere”, con un’intensa serie di interventi per ragionare su resilienza e grandi cambiamenti forzati (e ispirati) dalla situazione che tutti abbiamo vissuto negli ultimi mesi. Secondo Luisella Giani, Head of Industry and Strategy Transformation di Oracle, «la tecnologia sta proponendo nuovi modelli di business, accelerando la digitalizzazione. In Italia siamo diventati consapevoli che certe cose si possono fare davvero». Carlo Mannoni, Direttore della Fondazione di Sardegna ha spiegato che «green, biotech, digitale hanno un impatto enorme sulla vita. Come Fondazione di Sardegna abbiamo fatto scelte importanti di missione sul territorio, guardando non soltanto al ritorno finanziario ma anche all’impatto».

Leggi anche: SIOS20 | Capua: “Paesi che hanno sottovalutato il virus ora in emergenza”

#SIOS20: 26 anni di internet

Da sempre StartupItalia vi parla di digitale, internet e innovazione, spiegandone le potenzialità ancora, talvolta, incomprese. Di questo è convinta anche Layla Pavone, Chief Innovation Marketing and Communication Officer di Digital Magics: «Internet è arrivato in Italia nel 1994 e finalmente lo hanno capito tutti: il digitale non è soltanto bello, ma utile. In questi mesi abbiamo assistito ad esempi bellissimi di startup che sono state di ispirazione per le grandi aziende».

 

Ma tutto questo necessita di un ambiente economico favorevole, che stimoli la creatività, il coraggio e le idee: «Per fare strada all’innovazione è fondamentale un’ecosistema», ha aggiunto Elena Sgaravatti, CEO di DemBiotech. I cambiamenti degli ultimi mesi hanno riguardato non soltanto il mondo delle aziende, ma anche quello della ricerca, come ci ha spiegato Francesca Santoro, Head of Tissue Electronics Lab all’Istituto italiano di tecnologia: «Per noi ricercatori è stato un momento difficile. Dal laboratorio siamo stati forzati a casa e questo ci ha spinto a reinventarci».

Leggi anche: StartupItalia Open Summit Summer Edition: 3 giorni di Live e (almeno) 19 motivi per esserci!

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter