Non voti? A letto senza porno. La campagna di Pornhub negli USA
single.php

Ultimo aggiornamento il 2 novembre 2020 alle 16:55

Non voti? A letto senza porno. La campagna di Pornhub per le presidenziali USA

Finché i seggi rimarranno aperti, il sito hot accoglierà i visitatori con un avviso anti astensione

Il momento è storico. Domani, martedì 3 novembre, gli Stati Uniti andranno al voto per eleggere il nuovo inquilino della Casa Bianca. Ci sarà un secondo mandato di Donald Trump, oppure avrà la meglio il democratico Joe Biden? In una delle più importanti democrazie al mondo, l’importante è che la gente vada a votare. Lo sa bene anche Pornhub che, per l’occasione, ha deciso di lanciare una campagna la cui traduzione in italiano lasciamo alla vostra immaginazione. “Give a F**K, Get a F**K”. Nelle prossime ore, dall’apertura fino alla chiusura dei seggi elettorali negli USA, ogni utente statunitense non verrà accolto dalla solita galleria hot, ma da una landing page che gli ricorderà di compiere il proprio dovere civico prima di coccolarsi.

Leggi anche: Le protezioni sono importanti (non solo mascherine). I consigli di Pornhub

Pornhub for President

Negli scorsi mesi Pornhub si è distinto in tante campagne che hanno strappato più di un sorriso. In moltissimi si saranno commossi di fronte al mese gratuito di Pornhub Premium per l’Italia costretta in lockdown a inizio primavera. All’epoca lo slogan era “Forza Italia”. Alla vigilia delle elezioni statunitensi, la multinazionale del porno ha deciso di mettere da parte le divisioni ideologiche, chiedendo a tutti i cittadini di non astenersi (in tutti i sensi).

Leggi anche: Sorpresa, ora Pornhub e Greta Thunberg combattono la stessa battaglia

«Circa il 43% degli aventi diritto al voto, pari a 100 milioni di persone, non ha votato alle elezioni presidenziali del 2016. Vogliamo incoraggiare le persone a fare il loro dovere civico». A dirlo non è stato un supporter dei due candidati, ma Corey Price, numero due di Pornhub. La potenza di fuoco del messaggio del sito hot potrebbe fare miracoli contro l’astensionismo: basti pensare che, ogni giorno, 130 milioni di persone passano a fare una visita sul portale. Tra loro ci sarà senz’altro qualche elettore americano indeciso se votare o meno. Speriamo che il messaggio arrivi forte e chiaro.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche