Autocertificazione: il modulo da compilare in zone rosse, arancioni e gialle
single.php

Ultimo aggiornamento il 5 novembre 2020 alle 12:38

Autocertificazione: ecco il modulo da compilare in zone rosse, arancioni e gialle

Il documento è valido in tutta Italia

Da domani entreranno in vigore le misure del nuovo dpcm. Per uscire di casa nelle zone rosse, arancioni e gialle sarà necessario avere con sè l’autocertificazione disponibile anche sulla homepage del sito del Ministero dell’Interno. Per chi avesse già stampato diverse copie del modulo previsto dal dpcm del 24 ottobre, nessun problema: il contenuto è identico. I cittadini dovranno consegnare l’autocertificazione alle Forze dell’Ordine in caso di controlli. Lo ricordiamo: da domani, venerdì 6 novembre, partirà il coprifuoco in tutta Italia – in zone rosse, arancioni e gialle – dalle 22 alle 5. Durante questa fascia oraria, si potrà uscire soltanto per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità.

Scarica il modulo di autocertificazione

© Fonte: Polizia di Stato

Autocertificazione: un modulo unico per tutta Italia

Anche se la decisione del Governo è stata quella di dividere il territorio nazionale in tre zone – rosse, arancioni e gialle – in base alla gravità dei contagi e all’impatto della seconda ondata, il modulo di autocertificazione da compilare è identico in tutto il paese. Dunque, anche chi dovrà uscire dopo le 22 in zona gialla dovrà avere con sè il documento compilato in cui spiega le ragioni di spostamento durante il coprifuoco.

Leggi anche: Dpcm | Elenco negozi, attività e servizi aperti anche nelle zone rosse

© Fonte: Polizia di Stato

Le misure contenute nell’ultimo dpcm approvato dal Governo Conte dureranno fino al 3 dicembre. Palazzo Chigi ha spiegato che le restrizioni più dure – riguardanti le zone rosse – avranno una durata di 15 giorni, dopo i quali si potrà passare a una valutazione per attenuare o mantenere i limiti. L’obiettivo dell’esecutivo è quello di evitare un nuovo lockdown generalizzato analogo a quello della scorsa primavera. In Europa sono molti i paesi che hanno deciso di puntare su chiusure mirate come ultima alternativa per scongiurare il lockdown totale. Le prossime settimane saranno dunque decisive per capire non soltanto come sarà il Natale – legittimo chiederselo – ma quali saranno gli ulteriori impatti della pandemia su ospedali ed economia.

Leggi anche: Ecco le Regioni zone rosse, arancioni e gialle. Le norme del Dpcm

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche