Italia chiusa per Natale. Vietati gli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre
single.php

Ultimo aggiornamento il 3 Dicembre 2020 alle 5:57

Italia chiusa per Natale. Vietati gli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre

La sottosegretaria Zampa anticipa irritualmente il Consiglio dei Ministri e in tv annuncia i divieti del Dpcm Natale. Non ci si potrà spostare dal 21.12 al 6 gennaio

Chi si vorrà spostare liberamente sotto Natale per raggiungere parenti, amici e affetti dovrà farlo obbligatoriamente entro e non oltre il 20 dicembre. Perché, dal 21 al 6 gennaio saranno vietati gli spostamenti tra Regioni. Prima saranno comunque ammessi solo tra le Regioni “gialle”, anche se il prossimo aggiornamento cromatico dovrebbe uniformare l’intera nazione sotto quel colore. Lo ha annunciato, un po’ irritualmente, dato che il Consiglio dei Ministri sul Dpcm Natale non aveva avuto ancora inizio ed è tutt’ora in corso mentre scriviamo questo aggiornamento ormai a tarda notte, la sottosegretaria Sandra Zampa dalla trasmissione televisiva di La7 Otto e Mezzo.

Zampa: niente spostamenti tra Regioni sotto Natale

A ufficializzare una delle parti salienti dell’ormai imminente Dpcm Natale (che dovrà essere per forza varato entro il 4 dicembre), la sottosegretaria Zampa (sì, la stessa che, sempre ospite di Lilli Gruber, aveva annunciato che festeggiamenti, bagordi e cenoni si sarebbero fatti esclusivamente con i parenti di primo grado e qui vi avevamo spiegato come ciò fosse impossibile dato che la restrizione avrebbe impedito ai genitori di trascorrerle con tutti i loro figli). “Salvo ragioni di necessità come assistere un genitore solo, che richiederanno l’autocertificazione – ha illustrato la sottosegretaria dem alla Salute – saranno vietati gli spostamenti tra Regioni”. Pertanto, ha detto sempre Zampa, il solo modo di ritrovarsi per Natale sarà che “due congiunti che abitano in due Regioni diverse, ma gialle, partano prima del 20 dicembre”, solo in quel caso “potranno vedersi”.

A maggior ragione sfugge allora la ratio della restrizione: se era quella di evitare l’affollamento dei treni nella giornata del 23, giorno deputato tradizionalmente alle partenze, dopo che è stata sbandierata con tanto anticipo rischia la misura non rischia di affollare i treni il prossimo 20 dicembre?

Niente spostamenti tra i Comuni a Natale e Capodanno?

Ma gli spostamenti tra Regioni potrebbero non essere i soli previsti dal Dpcm in arrivo. “Nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento tra Comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”, riporta la bozza del testo che servirà a vietare gli spostamenti.

“È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione”. Mentre, sempre sul fronte dei divieti agli spostamenti tra Regioni, il governo proibirà qualunque viaggio “verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1°gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune”.

Leggi anche: Così il Covid spinge le auto elettriche. A novembre boom di acquisti

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche