SIOS20 | Passera (CEO illimity): «Nel new normal bisogna competere e collaborare»
single.php

Ultimo aggiornamento il 14 Dicembre 2020 alle 16:13

SIOS20 | Passera (CEO illimity): «Nel new normal bisogna competere e collaborare»

Oggi lo StartupItalia Open Summit. Alle 16 il talk tra l'ad e Roberto Vittori, astronauta dell’ESA e generale dell’Aeronautica Militare

«Di fronte allo shock della pandemia qualcuno si è chiuso in se stesso in attesa che la grande incertezza passasse. Noi, come molte altre imprese, abbiamo reagito da startup e usciamo dal 2020 paradossalmente più forti di come ci siamo entrati. Nel mondo dell’open banking e dei servizi digitali questa situazione ha accelerato tutti i  processi e ha fatto crescere il bisogno di evolversi e svilupparsi  in fretta anche in modalità del tutto inusuali». Corrado Passera ha risposto alle domande di StartupItalia per fare un bilancio su un anno diverso da tutti gli altri, dove l’ecosistema dell’innovazione è stato comunque protagonista con storie di successo e di resilienza. Al netto della crisi che ha colpito il Paese, la lezione del 2020 ruota intorno a concetti come ibridazione, competenze e collaborazione. Ed è proprio su queste basi che si articolerà all’interno dello StartupItalia Open Summit il talk di illimity Let’s talk about space (qui la diretta su Facebook) in programma alle 16 di oggi, lunedì 14 dicembre. Il CEO della banca, Corrado Passera, dialogherà con Roberto Vittori, astronauta dell’ESA e generale dell’Aeronautica Militare.

Al SIOS20 un talk tra banca e spazio

«Mai come oggi è importante creare partnership, alleanze, collaborazioni tecniche e commerciali anche con concorrenti. La JV che abbiamo realizzato in Hype ne è la migliore riprova». Mondi diversi, come quello delle banche e dello spazio, possono dialogare fra loro con la voglia e la curiosità di guardare la realtà da più prospettive. «In illimity crediamo fortemente nell’importanza dello scambio e della contaminazione tra settori diversi: questo emerge non solo nella selezione dei nostri dipendenti, provenienti da 190 aziende di 16 settori diversi differenti, ma anche nella scelta dei nostri partner, alcuni dei quali operano in ambiti molto lontani da quello finanziario».

Passera: l’innovazione viene dalla diversità

Le sfide del 2020 hanno riguardato anche nuovi modi di fare business per rispondere alla pandemia e a tutti i trend da questa accelerati. La formazione dei tecnici e dei manager del futuro dovrà quindi cambiare. Per fare la sua parte, illimity ha lanciato il primo Master in Gestione del Credito per formare gli Asset Manager di nuova generazione. «Siamo nati per far cose che altre banche non fanno. E per esser innovativi – ha commentato Passera – dobbiamo saper interpretare le evoluzioni in atto e tradurle in azioni concrete, consapevoli del fatto che la ricchezza più grande è la combinazione di competenze e tecnologie. E poi andare sempre oltre senza mai accontentarsi».

 

Dai contrasti e dalle diversità nascono spunti e idee innovative. Molti di questi emergeranno durante la chiacchierata tra Passera e Vittori al SIOS20. «Dallo spazio si riesce a vedere la Terra nel suo insieme e “dall’alto”. Anche nella vita di tutti i giorni bisognerebbe applicare questo sguardo poiché osservare il mondo con la giusta distanza permette di avere una visione più ampia che dalle singole specializzazioni non può venire. Questo vale nella leadership ma non solo». Quali sono dunque le strategie di illimity per affrontare i prossimi anni? «Proseguiremo il nostro percorso nel segno dell’innovazione per raggiungere quello che è il nostro obiettivo di sempre – ha concluso l’ad – andare oltre i limiti del modo tradizionale di fare banca per fare utili ed essere utili».

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche