La campagna di Together Price va in overfunding: 200mila euro in 48h - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 20 Gennaio 2021 alle 10:44

La campagna di Together Price va in overfunding: 200mila euro in 48h

Della campagna di crowdfunding lanciata da Together Price su Crowdcube: il 70% degli investimenti arrivano proprio dagli utilizzatori di Together Price, più di 850 persone che non sono investitori di professione

“Per questa raccolta fondi, abbiamo voluto coinvolgere sia le nostre reti di investitori sia la nostra crescente base di clienti” spiega Marco Taddei, CEO e co-fondatore di Together Price. La comunità di Together Price ha risposto in maniera eccellente alla chiamata all’investimento. Sapevamo di poter contare sulla nostra community che, meglio di chiunque altro, può comprendere e testimoniare l’enorme potenziale del nostro servizio. Abbiamo coinvolto i nostri utilizzatori che sono di fatto i nostri primi investitori”.

La campagna di equity crowdfunding di Together Price lanciata su crowdcube il 13 gennaio 2021, rileva un dato interessante, ossia è che il 70% degli investimenti arrivano proprio dagli utilizzatori di Together Price, più di 850 persone che non sono investitori di professione, che usano e credono nel servizio. Questo dato è sicuramente significativo per capire l’attaccamento degli utenti al prodotto e da conferma di una grande product market fit. Il crowdfunding azionario infatti permette a chiunque di investire nella piattaforma, il goal di Together Price era raggiungere €200.000, capitali utili per l’espansione in Europa. Un obiettivo che si è concretizzato in poche ore mandano in overfunding la campagna disponibile fino alla metà di febbraio.

Together Price la startup dello sharing network

Together Price è lo sharing network leader in Europa dove è possibile condividere in gruppo il costo degli abbonamenti digitali. Il successo di Together Price sta nel fatto di essere l’unico servizio mirato a combattere, “la Subscription Fatigue”, fenomeno che si verifica quando i consumatori si sentono sopraffatti dal crescente numero di abbonamenti. Secondo Deloitte, il 47% dei consumatori si sente frustrato dalla diversità degli account che deve possedere per poter guardare quello che vuole, mentre un altro 57% si sente imbrogliato quando i suoi contenuti preferiti scompaiono da una piattaforma a causa di controversie sul copyright.

Concentrandosi sul processo di condivisione dei costi, Together Price ha trovato l’equilibrio più efficace tra il dare ai clienti l’accesso ai loro contenuti preferiti, aiutando i fornitori di media a mantenere gli abbonamenti e, in ultima analisi, evitando l’attrito degli utenti.

Mentre la pandemia di COVID-19 ha lasciato i mercati globali nel caos, ha anche presentato opportunità per le startup posizionate all’interno dei media e dei servizi di streaming. Durante il mese di marzo, scatenata da crescenti confinamenti e da diffuse ondate di home entertainment, Together Price ha registrato un aumento del 90% del numero totale di registrazioni rispetto al mese precedente. Tale crescita si è ulteriormente rafforzata nel mese di novembre, quando il numero di abbonati ha raggiunto il milione.

La crescita di Together Price

Together Price è stata fondata nel 2018 dal CEO Marco Taddei, dal CMO Sabrina Taddei e dal CFO Luca Ugolini con la missione di combattere “La Subscription Fatigue”, democratizzando l’accesso agli abbonamenti. In due anni, Together Price ha raccolto con successo un totale di €1.9 milioni da fondi di investimento globali che includono Samaipata Ventures, LVenture Group e angels di Angel Partner Group. Durante questo periodo, la startup ha ampliato le operazioni aprendo uffici a Londra e a Roma, stabilendo al contempo una forte acquisizione di utenti in quattro mercati chiave: Regno Unito, Stati Uniti, Spagna e Italia.

Investire con il crowdfunding azionario

CrowdCube, la piattaforma con cui Together Price ha scelto di lanciare la sua campagna di crowdfunding azionario, ha finanziato con successo 900 operazioni per un valore di oltre 500 milioni di euro, mentre i suoi investitori hanno ricevuto più di 23 milioni di euro di rendimenti. Tra i progetti più noti emersi dal crowdfunding azionario ci sono Revolut, Monzo, Woom, Wave, Bnext e Muroexe.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche