desc

L’italiana Sequitur Capital investe nella scaleup Usa Swift Navigation

ECONOMY
Edit article
Set prefered

L’italiana Sequitur Capital investe nella scaleup Usa Swift Navigation

Sequitur Capital ha partecipato al round di serie C da 50 milioni di dollari di Swift Navigation, società di San Francisco che fornisce soluzioni di localizzazione ad alta precisione per applicazioni nel settore automobilistico, veicoli a guida autonoma, internet of things e applicazioni mobili

Sequitur Capital ha partecipato al round di serie C da 50 milioni di dollari di Swift Navigation, società di San Francisco che fornisce soluzioni di localizzazione ad alta precisione per applicazioni nel settore automobilistico, veicoli a guida autonoma, internet of things e applicazioni mobili

C’è anche l’italiana Sequitur Capital, società che investe in Europa e negli Stati Uniti in deep tech software scaleup B2B e guidata da Marco Di Miceli (amministratore delegato), Massimo Fasoli (consigliere) e Anastasio Scalisi (consigliere, basato in California), nel Round C da 50 milioni di dollari in Swift Navigation, realtà con sede a San Francisco, negli Usa, attiva nel comparto della geolocalizzazione.

“L’investimento – ha commentato Di Miceli – è in linea con la mission di Sequitur Capital, che supporta società tecnologiche desiderose di crescere ed espandersi internazionalmente, quindi nel caso di Swift Navigation anche in Europa e in Italia, dove la società ha delle partnership strategiche”.

L’operazione d’investimento

Oltre all’italiana Sequitur, hanno partecipato al round di febbraio 2021 da 50 milioni di dollari alcuni storici investitori di Swift Navigation, come Forest Baskett e Greg Papadopoulos di New Enterprise Associates (NEA), un importante Fondo di Venture Capital americano, ed Eclipse Ventures, e nuovi investitori, tra cui EPIQ Capital Group e KDDI Open Innovation Fund. Le risorse raccolte saranno usate dalla scaleup per accrescere il portafoglio clienti e proseguire la sua espansione internazionale.

Ad oggi, Swift ha raccolto un totale di 97,6 milioni di dollari di finanziamenti.

“Negli ultimi anni, Swift Navigation si è espansa in tutto il mondo, offrendo un servizio in continua espansione per servire milioni di utenti”, ha affermato Greg Papadopoulos, PhD, Venture Partner di NEA. “NEA è lieta di guidare questo round di finanziamento di serie C, che consentirà a Swift di accelerare l’adozione da parte dei clienti nelle applicazioni di sicurezza e autonomia automobilistiche”.

“Siamo grati di avere una straordinaria base di investitori che supportano la nostra missione di consentire una maggiore efficienza e integrità nella navigazione del mondo. È con il loro supporto che siamo stati in grado di scalare le applicazioni autonome e di navigazione dei nostri clienti a livello globale “, ha aggiunto Timothy Harris, co-fondatore e CEO di Swift Navigation. “Grazie a NEA, Eclipse, EPIQ e KDDI per aver condiviso la nostra visione dell’importanza della navigazione di precisione nello spostamento di persone, pacchi e veicoli in modo più sicuro in tutto il mondo.”

La tecnologia di localizzazione di Swift Navigation

Swift Navigation ha sviluppato una tecnologia di localizzazione ad alta precisione per numerose applicazioni e verticali quali il settore automobilistico, con particolare attenzione alla guida autonoma, l’Internet of Things (IoT – Internet delle Cose) e il mercato delle applicazioni mobili.

Il valore aggregato di questi mercati nel 2020 è stato stimato in 6 miliardi di dollari, e ci si attende che raggiunga 15 miliardi di dollari nel 2025. I clienti di Swift in tutto il mondo comprendono case automobilistiche, aziende di trasporto e corrieri, fornitori di servizi di telefonia mobile e le realtà che realizzano piattaforme ferroviarie, industriali, di micromobilità e IoT.

L’operazione, per la parte riconducibile a Sequitur Capital, è avvenuta attraverso una società veicolo partecipata anche da Mercurio Capital Partners – una società di New York specializzata negli investimenti alternativi – e alcuni HNWI. Per la società si tratta del secondo investimento dopo quello in Beaconforce.