desc

Ca’ Foscari lancia il primo master europeo sui manager della mobilità

Scuola
EDUCATION
Edit article
Set prefered

Ca’ Foscari lancia il primo master europeo sui manager della mobilità

Le iscrizioni sono aperte fino al 10 febbraio

Le iscrizioni sono aperte fino al 10 febbraio

Scuola

La Ca’ Foscari Challenge School ha lanciato la seconda edizione del Master in Mobility Innovation and Management, nato in collaborazione con il CAMI – Center for Automotive and Mobility Innovation del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. «L’industria automotive, dopo quasi cento anni di relativa stabilità, si trova oggi a fronteggiare una rivoluzione – ha detto il direttore Francesco Zirpoli – Nuovi soggetti, come Stellantis, si affacciano sul mercato globale e promettono ingenti investimenti nell’elettrico e in nuovi servizi per la mobilità. Non solo, le risorse europee direttamente e indirettamente collegate alla mobilità sostenibile accelereranno il cambiamento. Per questo abbiamo deciso di proporre il primo master in Europa progettato per affrontare le sfide del nuovo ecosistema della mobilità da un punto di vista manageriale».

Leggi anche: L’anno bellissimo dell’auto elettrica: in Italia vendite su del 250% nel 2020

Ca’ Foscari: professionisti per il Recovery Plan

Su Impact vi abbiamo già testimoniato, con numeri ed esempi, l’evoluzione dell’industria automotive. Il trend dell’elettrico si rafforza anno dopo anno e, seppur con numeri ancora da nicchia (in Italia, l’anno scorso, sono state immatricolate quasi 35mila elettriche), rientra tra le priorità delle strategie future delle case automobilistiche. Questo soltanto per quanto riguarda le aziende del settore. Se ci spostiamo poi ai livelli della politica, il Recovery Plan che dovrà risollevare l’UE dopo lo choc della pandemia ha tra i suoi cardini la sostenibilità e il green. Una linea che la pandemia ha soltanto accelerato: nel 2019 Bruxelles aveva già messo in cantiere un piano da mille miliardi nel cosiddetto Green New Deal.

Leggi anche: Dall’Europa 1000 miliardi in green tech per salvare il pianeta

FCA

Le iscrizioni al Master in Mobility Innovation and Management sono aperte fino al 10 febbraio. Il percorso didattico si terrà prevalentemente in lingua italiana ed è strutturato in 7 insegnamenti: Mobilità, Gestione, Tecnologia, Strumenti, Opportunità, Esperienze, Career Coaching. Ci sarà anche un approfondimento tecnologico, che analizzerà l’evoluzione del drive-train e i macro trend del settore (veicoli connessi, Internet of Things, guida autonoma, architetture di prodotto, micromobilità e infrastrutture). Tra le altre materie toccate si tratterà anche delle dinamiche competitive del nuovo ecosistema della mobilità e delle relative strategie di business development.