desc

Questa estate ricordatevi di fare una capriola. Ecco i compiti per le vacanze di una maestra speciale

STARTUP
Edit article
Set prefered

Questa estate ricordatevi di fare una capriola. Ecco i compiti per le vacanze di una maestra speciale

Il giornale Echino ha pubblicato un’originale lista dei compiti per le vacanze in 12 punti ideata dall’insegnante e scrittrice Maria Giuliana Saletta, che i bambini sono felici di fare

Il giornale Echino ha pubblicato un’originale lista dei compiti per le vacanze in 12 punti ideata dall’insegnante e scrittrice Maria Giuliana Saletta, che i bambini sono felici di fare

La scuola è finita, e ora tutti in vacanza. Ma dopo i primi giorni di relax completo, dove la sveglia non suona più alle sette di mattina e si può restare svegli fino a tardi, il pensiero di tutti i ragazzi è rivolto a loro: i compiti per le vacanze. Il mondo degli studenti si può dividere esattamente in due parti: quelli che preferiscono togliersi il pensiero subito, ritardando un po’ il meritato relax ma finendoli tutti i primi giorni. Altri che invece se li ricordano a settembre a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico.

Poi c’è un’insegnante, Maria Giuliana Saletta, che ha trovato il modo per far svolgere i compiti delle vacanze ai suoi alunni giorno per giorno. E sempre con un grande sorriso sulla bocca.

Come ha fatto?

Ecco la sua lista dei compiti per le vacanze pubblicata dalla casa editrice Mammeonline su Echino Giornale Bambino.

  1. Fare almeno una capriola al giorno.
  2. Correre nei prati o sulla spiaggia.
  3. Urlare all’eco: “Ciao, chi è più bello tra me e te?” e ascoltare cosa risponde.
  4. Inventare una parola alla settimana, tipo ohporcalochettina. Giocare con la fantasia.
  5. Annoiarsi di tanto in tanto.
  6. Farsi portare in libreria e gironzolare alla ricerca di un bel libro colorato e simpatico.
  7. Assaggiare tutti i gusti del gelato. Guardare le stelle cadenti e esprimere il desiderio più bello.
  8. Farsi leggere dal nonno una storia e, a due pagine dalla fine, chiudere il libro e giocare al finale a sorpresa, poi andare a vedere come va finire la storia.
  9. Scrivere una lettera alla nonna, è valido anche un disegno.
  10. A scelta, ma almeno due: andare a pesca con papà, preparare una torta con la mamma, andare al cinema all’aperto con gli amici, fare un tuffo nel mare, visitare un museo.
  11. Inventare le parolacce da dire quando si è arrabbiati, tipo: oh bulacca! peralessa! facciadibrodinoriscaldato!
  12. Contare quante cose belle si sono fatte durante la settimana.

Questa lista ha superato i confini nazionali arrivando al cuore degli insegnanti lusitani. Cliccando qui si può trovare la traduzione dei 12 punti in portoghese.

Per sapere di più su Echino e sulle sue iniziative vi invitiamo a guardare il seguente video. La voce e la musica sono di Liana Marino.