desc

Perché gli insegnanti stanno scappando dalla Silicon Valley?

Scuola
EDUCATION
Edit article
Set prefered

Perché gli insegnanti stanno scappando dalla Silicon Valley?

Anno dopo anno ci sono sempre meno insegnanti. Il motivo sono i prezzi delle case: troppo alti per un dipendente della scuola pubblica. E mentre il mercato immobiliare cresce, le scuole californiane perdono i loro docenti

Anno dopo anno ci sono sempre meno insegnanti. Il motivo sono i prezzi delle case: troppo alti per un dipendente della scuola pubblica. E mentre il mercato immobiliare cresce, le scuole californiane perdono i loro docenti

Scuola

I prezzi da capogiro delle case della Silicon Valley, luogo considerato l’hub dell’imprenditoria tech e una delle enclavi della migliore educazione al mondo, stanno rendendo la vita difficile agli insegnanti della zona. Come riporta questo articolo del The Atlantic, i prezzi delle case sono una delle maggiori ragioni perché la Valley sta perdendo sempre più professori anno dopo anno: gli insegnanti non possono permettersi di comprare una casa e gli affitti sono ugualmente proibitivi. Negli ultimi 15 anni i docenti del distretto hanno dovuto prendere casa altrove, spesso a 45-65 minuti dal posto di lavoro.

house-for-sale600*750

Case da 2 milioni di dollari

In Cupertino il prezzo medio di casa familiare era di 1, 8 milioni di dollari a maggio, secondo i dati della Silicon Valley Association of Realtors. Anche a Montain View, dove lavorano i dipendenti di Google, il prezzo medio si aggira sulla stessa cifra. Le case che sono in vendita non sono certo piccoli appartamenti: la grandezza media di una casa familiare è di 190 metri quadri, che significa un prezzo al metro quadro simile alle tariffe degli appartamenti di New York City. Mentre nella grande mela i prezzi sono sempre stati tradizionalmente alti, in Silicon Valley le quotazioni sono salite a velocità record. In più ci sono pochissime convenzioni per gli insegnanti.

Chi insegna ai figli dei googlers?

Per molti residenti della Silicon Valley i prezzi alti non sono un problema perché guadagno molto: la contea di Santa Clara è nella classifica dello U.S. Census Bureau dei primi 20 posti negli Usa per le entrate dei suoi cittadini. Un ingegnere, qui, arriva a guadagnare 100 mila dollari in pochi anni, e aggiungendo bonus e azioni, può arrivare facilmente ai 200 mila, soprattutto se ha tra i 30 e i 40 anni. Eppure i figli di questi ingegneri frequentano le scuole pubbliche: circa l’86% dei bambini di Santa Clara vanno in una scuola statale dove gli insegnanti sono pagati con il salario standard. Un compenso che, semplicemente, non può essere paragonato con quanto guadagnano i dipendenti delle aziende tech. I prezzi alti delle case sono un tema sentito nella Silicon Valley, ma si parla poco delle ripercussioni di questa situazione sugli insegnanti.

Si sceglie la scuola prima della casa

Perché queste case costano così tanto? Perché sono poche e molto richieste. Sono poche perché in California sono riluttanti a costruire le case una vicino all’altra, e tutte devono dotarsi di misure antisismiche. Dal 1980 al 2010 il numero di case negli Usa è cresciuto del 54%: nell’area di San Francisco questa crescita si è fermata al 20%. D’altra parte c’è sempre più gente che viene a vivere qui: è un’area piena di lavoro, e gli economisti predicono che continuerà a crescere. Quindi i prezzi delle case non diminuiranno, anzi. Oltre alle aziende hi-tech, però, in Silicon Valley ci sono alcune delle migliori scuole pubbliche della California. Molti sono disposti a prendere casa vicino a un istituto rinomato pur di mandare i propri figli a studiare nella scuola che hanno scelto (spesso, addirittura prima di cominciare a cercare la casa). Qualche soluzione al problema si intravede all’orizzonte. In giugno, la Corte Suprema della California ha sostenuto una legge per la città di San Jose per imporre di avere una percentuale del 15% di nuove case con prezzi più accessibili. Simili leggi sono in discussione anche in altri posti. Nel frattempo i docenti si arrangiano come possono. Gli insegnanti più giovani, in affitto nella città dove insegnano, vivono con più coinquilini: questa alternativa, però, diventa poco attraente per gli over 30, che magari stanno pensando a costruire una famiglia. Così, chi vuole avere una casa, la compra spesso nei condomini ai margini della baia, oppure sulla costa di Santa Cruz dove i prezzi sono più bassi. C’è anche chi si sposa con un partner che ha un posto di lavoro nelle aziende tech e quindi riesce finalmente a permettersi una casa nella Valley.

Aspettando che la Valley si ricordi dei prof

Tutti gli altri, devono affidarsi ad altri programmi: uno è Teacher Next Door che offre prestiti fino a 20 mila dollari agli insegnanti qualificati che insegnano nel distretto delle San Francisco Unified School District. Un’altra alternativa è trovare una sistemazione nel complesso di case chiamato (in italiano!) “Casa del Maestro” nella città di Santa Clara, mentre la non profit “Housing Trust Silicon Valley” aiuta i doventi a trovare una casa, offrendo anche prestiti in denaro ai prof con famiglia meno abbienti. Tutte queste soluzioni, però, sembrano non essere abbastanza. Quindi, a meno che una delle aziende della baia non inventerà un’app apposita, la Silicon Valley rischia seriamente di perdere le persone che formeranno le sue future stelle.

@carlottabalena