I protagonisti del TEDxRoma 2016 di sabato 9 aprile
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 7 aprile 2016 alle 17:17

I protagonisti del TEDxRoma 2016 di sabato 9 aprile

All'Auditorium Parco della Musica di Roma saranno di scena i “Game Changers”: 19 innovatori che nei settori in cui operano hanno cambiato le regole del gioco

Una pagina You Tube con oltre 1 miliardo e mezzo di visualizzazioni, oltre 10 milioni di iscritti e quasi 74 mila video relativi agli interventi degli speaker TED caricati in più di 100 lingue. Sono solo alcuni dei numeri più significativi della rete mondiale no profit TED (acronimo di Tecnologia, Entertainment e Design) al quale è legata la terza edizione del TEDxRoma 2016 di scena il 9 aprile all’Auditourium Parco della Musica.

A Roma saranno di scena i “Game Changers”, 19 tra i migliori ricercatori, artisti, imprenditori provenienti da tutti i paesi del mondo, 19 innovatori, che nei settori in cui operano hanno cambiato le regole del gioco. I loro interventi sul palco, in base al format TED, non dovranno superare i 18 minuti e aiuteranno il pubblico a capire come e dove farà la differenza essere un Game Changer, oggi e nel futuro.

TEDXRoma 2016

«Caratteristica fondamentale della formula TEDx, resa possibile qui a Roma anche quest’anno grazie al supporto di un team di altissimo profilo – afferma Emilia Garito, organizer dell’evento – è quella di creare una comunità rivolta a divulgare le azioni positive, innovative e costruttive presenti nel mondo. Una community speciale sempre in movimento. Quest’anno invitiamo il nostro pubblico a cambiare le regole del gioco, per innovarle, per migliorarle ove necessario; è un invito a non rimanere mai inerti, ma a continuare a rispondere sempre allo stimolo dell’innovazione continua giocando al meglio la partita della creatività e del progresso».

Alcuni tra i “Game Changers” partecipanti

Sir David Payne, Scienziato, inventore della fibra ottica:
Scienziato di fama mondiale e inventore della rivoluzionaria fibra ottica ad Erbio (EDFA) oggi universalmente usata e grazie alla quale è stato possibile creare gli odierni sistemi di telecomunicazione. È direttore del Centro di Ricerca Optoelettronica presso l’Università di Southampton e dagli anni 70 ad oggi i suoi contributi alla tecnologia della fibra ottica rappresentano la spina dorsale di Internet e del mondo digitale contemporaneo. A lui sono attribuite oltre 650 pubblicazioni scientifiche e oltre 40 brevetti di invenzione.

Guglielmo Lanzani, Coordinatore del Center for Nano Science and Technology (CNST) dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) al Politecnico di Milano e Professore di Fisica al Dipartimento di Fisica dello stesso Politecnico di Milano:
Lanzani è da tempo impegnato in studi all’avanguardia nel campo dei conduttori organici a base di carbonio e delle nanotecnologie, con potenziali applicazioni di portata rivoluzionaria: negli ultimi anni ha presentato, con alcuni colleghi, il progetto di una retina artificiale. L’obiettivo finale è la messa a punto di un dispositivo che permetta il recupero della vista nelle persone che hanno subito danni al nervo ottico. Lanzani è inoltre una delle personalità scientifiche che saranno alla guida dei laboratori dello “Human Technopole”, il grande centro di ricerca italiano che sarà eredità dell’Expo Milano, e avrà sede nell’area che ha già ospitato l’Esposizione universale nel 2015.

Candace Johnson, imprenditrice ed esperta di telecomunicazioni e satelliti:
È cofondatrice di SES Global, il più importante operatore al mondo nel settore delle telecomunicazioni satellitari. Nominata dalle riviste Time e Fortune tra le 50 donne più influenti in Europa ha ricevuto, insieme all’inventore del World Wide Web Tim Berners – Lee, il “Lifetime Achievement Award” dei World Communication Awards, per il suo lavoro che ha permesso di promuovere l’accesso universale alle telecomunicazioni in tutto il mondo. E’ presidente di Johnson Paradigm Ventures (JPV), e fondatrice di Sophia Euro Lab, la prima compagnia europea transnazionale di investimenti early stage.

Derrick de Kerckhove, Sociologo:
Belga, naturalizzato canadese, è considerato uno dei massimi esperti al mondo di nuovi media. Professore Ordinario presso l’Università di Toronto in Canada e all’Università Federico II di Napoli, dove insegna “Sociologia della cultura digitale” e “Marketing e nuovi media”. Dopo aver lavorato con Marhsall McLuhan come assistente e co- autore, è stato il direttore del McLuhan Program in Culture and Technology dell’Università di Toronto, dal 1983 fino al 2008. De Kerchove è noto per i suoi numerosi lavori accademici con cui ha gettato le basi di una moderna teoria della comunicazione nell’era digitale. Tra loro, “Skin of culture”, una raccolta di saggi del 1995 tradotta in decine di lingue, e “Connected Intelligence”, nel quale ha proposto il concetto di “Intelligenza connettiva”, adattando il concetto di “Intelligenza collettiva” del filosofo francese Pierrè Levy all’età della rete.

Julien Anfruns, Membro del Consiglio di Stato Francese, esperto di beni culturali:
Julien Anfruns, gia’ General Council del museo del Louvre, è oggi membro del Consiglio di Stato in Francia e, al contempo, Sottosegretario per il Consiglio per le Pubblicazioni Pubbliche per il Primo Ministro Francese. Nella sua carriera si è particolarmente distinto per la creatività e competenza che lo hanno portato a innovare in maniera rivoluzionaria le strategie di valorizzazione dei beni e dei brand culturali della Francia creando il progetto Louvre a Dubai.

Alessandro Guagni/Lorenzo Bianchi, Modern farmers:
Il primo è un ingegnere e attivo nelle ristrutturazioni, l’altro è avvocato e lavora nel settore della logistica. In comune hanno una passione: l’agricoltura, e rappresentano sicuramente il fenomeno contemporaneo dei Modern Farmers, ovvero persone di tutto il mondo che tolgono tempo alle proprie attività professionali per riscoprire la bellezza del coltivare la terra recuperando le antiche tradizioni in chiave contemporanea. Insieme hanno dato vita alla “Kissing.lab”, azienda agricola innovativa che si dedica alla riscoperta e “rifioritura” di quei prodotti agricoli che la cultura della grande distribuzione ha confinato a piccolissime aree di coltivazione, fino a farne rischiare l’estinzione.

Il TEDxRoma 2016 è stato reso possibile grazie al contributo di Econocom, Ford, Gruppo Bancario ICCREA, Ibis (Gruppo Italfondiario), Lavazza, Nh Hotel Group, Jacobacci&Partners.

Promoter partner: Fondazione Musica Per Roma, Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Media partner: Le Macchine Volanti, Griot, I Press, StartupItalia!.

Per maggiori informazioni cliccare qui.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter