Paperlit si compra un’azienda londinese per aprirsi ai mercati internazionali

Ultimo aggiornamento il 29 gennaio 2016 alle 13:53

Paperlit si compra un’azienda londinese per aprirsi ai mercati internazionali

Paperlit ha annunciato di aver completato l'acquisizione di Stonewash Limited, un servizio digitale di proprietà privata editoriale con sede a Londra.

Paperlit, startup veronese che da poco ha completato un’operazione di fusione con Appsbuilder mantenendo però entrambe il proprio brand, ha completato l’acquisizione di Stonewash Limited, un servizio digitale di proprietà privata editoriale con sede a Londra. Con l’acquisizione, Paperlit rafforza la sua leadership nell’editoria digitale per riviste e giornali, ampliando in modo significativo la presenza globale della società. «L’acquisizione di Stonewash è un passo importante per l’espansione di Paperlit a livello internazionale e sottolinea la nostra leadership nel mercato in evoluzione», ha dichiarato il CEO e Presidente Paperlit , Luca Filigheddu. «Questo acquisto cementa la nostra posizione in mezzo a una maggiore concorrenza a livello mondiale e rappresenta una strategia di crescita chiave per consolidare ulteriormente la nostra leadership nel settore dell’editoria digitale».

Paperlit

«L’eredità di Stonewash di soddisfare i bisogni degli editori attraverso l’innovazione è molto ben allineata con la direzione strategica di Paperlit» ha aggiunto Daniel Sharp, co-fondatore di Stonewash. «Siamo felici che il lavoro che abbiamo fatto con i nostri clienti nel corso degli ultimi sei anni sarà continuato da una società impegnata impegnata quanto noi nei media digitali».

Stonewash è stata fondata nel 2009 come spin-off dell’agenzia digitale con sede a Londra DD&AG Ltd ed è specializzata in app per riviste e giornali con clienti nel Regno Unito, Europa, Stati Uniti e Canada del calibro di Aston Martin, Lusso e Fine Cooking.

L’acquisto permette a Paperlit di mettere un piede in paesi strategicamente adatti per l’espansione e garantisce anche ai nuovi clienti l’accesso a una gamma più ampia di servizi, quali contenuti interattivi editoriali, analytics, pubblicità e strumenti di applicazione di marketing .

L’operazione, che si è conclusa a dicembre, fa seguito alla fusione di Paperlit con l’innovativa DIY, società che fornisce app per cellulari e rafforza lo sviluppo delle conoscenze della società nell’ambito delle app.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter