desc

Accenture inaugura a Roma il nuovo Cloud Innovation Center

Tecnologia
TECH
Edit article
Set prefered

Accenture inaugura a Roma il nuovo Cloud Innovation Center

È già in attività presso il Talent Garden di Poste Italiane nel quartiere Prati il nuovo Cloud Innovation Center di Accenture, che permetterà alle aziende di ideare, testare e implementare servizi cloud innovativi realizzati per ogni tipo di esigenza

È già in attività presso il Talent Garden di Poste Italiane nel quartiere Prati il nuovo Cloud Innovation Center di Accenture, che permetterà alle aziende di ideare, testare e implementare servizi cloud innovativi realizzati per ogni tipo di esigenza

Tecnologia

Accenture ha inaugurato il nuovo Cloud Innovation Center nella sede del Talent Garden di Poste Italiane di via Giuseppe Andreoli, a Roma. Grazie alla collaborazione con l’esteso ecosistema di partner, vendor, startup e università e la valorizzazione Accenture Innovation Architecture (Accenture Research, Accenture Ventures, Accenture Labs, Accenture Studios, Accenture Delivery Centers, Accenture Innovation Centers) le aziende potranno esplorare nel centro le diverse opportunità legate alle soluzioni cloud-based più innovative, attingendo a un catalogo in continuo sviluppo di casi d’uso già implementati e personalizzabili.

Che cosa si può trovare nel Cloud Innovation Center

All’interno del Cloud Innovation Center è possibile accedere alle tecnologie cloud più recenti e valutare rapidamente la fattibilità e la sicurezza dei servizi in un’ottica di co-creazione delle soluzioni realizzate attraverso sessioni di design thinking.

Le aziende possono, attraverso la prototipazione rapida di soluzioni cloud-based pre-integrate, conoscere anticipatamente l’impatto sul proprio business e scegliere quelle che meglio rispondono ai propri obiettivi, mitigando così il rischio e ottimizzando gli investimenti iniziali per creare valore incrementale e sostenibile nel tempo.

 

A Roma Accenture ha già una forza di 3800 dipendenti, l’apertura del CIC consentirà di rafforzare il focus sul cloud in mercati ad alto valore come TLC, Media, Broadcaster, Editoria, Pubblica Amministrazione e di diventare un hub di riferimento per gli oltre 40 settori complessivamente seguiti dall’azienda.

Accenture Cloud innovation Center: l’evento di inaugurazione

L’evento di inaugurazione del Cloud Innovation Center si è svolto lo scorso 13 luglio nella sua sede operativa. Il primo ad intervenire è stato Valerio Romano, Accenture Journey to Cloud Lead per Italia, Europa Centrale e Grecia che ha sottolineato l’importanza della tecnologia cloud per tutte le aziende che “devono poter sfruttare le numerose tecnologie innovative attualmente disponibili e ottenere risposte puntuali e concrete alle proprie esigenze tracciando un percorso efficace e sostenibile per il proprio business”. Per perseguire questo fine, secondo Romano è necessario “adottare un modello di co-creazione, cooperando all’interno di un ecosistema che pone il cliente al centro di un contesto allargato ed internazionale di innovatori, dalle università alle startup, passando per organizzazioni d’avanguardia a livello mondiale”. In questo processo il Cloud Innovation Center si propone di facilitare questa collaborazione, permettendo alle aziende di verificare la maturità e l’adeguatezza dell’evoluzione della tecnologia cloud per poi realizzare soluzioni innovative e di valore per il business.

 

Durante la seconda parte dell’evento si è svolto un dibattito moderato dal direttore di Key4Biz Raffaele Barberio e al quale hanno partecipato Alfonso Fuggetta, CEO di CEFRIEL e Mauro Capo, Managin Direcetor di Accenture Infrastructure Services, responsabile dell’area Cloud e Portfolio Lead per il mercato della Pa e dei servizi sanitari in Italia, Grecia ed Europa centrale.

 

Nel commentare i progressi dell’Italia nello sviluppo tecnologico, Fuggetta ha ricordato che in Italia esistono attualmente “18.000 imprese sotto i tre dipendenti nel settore della consulenza manageriale” la cui frammentazione si riflette anche nel campo dell’innovazione, provocando “uno sviluppo a macchia di leopardo, rallentato da quella che definisco come sindrome del palio di Siena: l’importante è che non vinca io, ma che perda tu”. Il dottor Capo nei suoi interventi ha evidenziato come il Cloud Innovation Center “nasca dalla parte migliore dell’azienda che da tempo conosce la tecnologia cloud sotto vari aspetti, valorizzando delle competenze di primo piano che erano già operative su Roma. L’obiettivo principale è connettere tecnologia e business, gettando un ponte verso tutti i partner possibili e promuovendo CIC come centro di prototipazione di eccellenza per tutto il territorio italiano”. Capo ha ricordato che sono già trenta gli use cases da poter analizzare, mentre altri ottanta sono in corso di definizione.