Global Startup Program: il bando dell’Agenzia ICE per lo sviluppo all’estero

L’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ICE, lancia la terza edizione del bando Global Startup Program: un progetto sviluppato su indicazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che si rivolge a 100 startup innovative italiane e offre un percorso di incubazione/accelerazione all’estero attraverso il coinvolgimento di incubatori/acceleratori internazionali, selezionati dalla stessa… Read more »

BandoApre il: 12 apr 2022
BandoChiude il: 5 giu 2022

L’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ICE, lancia la terza edizione del bando Global Startup Program: un progetto sviluppato su indicazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che si rivolge a 100 startup innovative italiane e offre un percorso di incubazione/accelerazione all’estero attraverso il coinvolgimento di incubatori/acceleratori internazionali, selezionati dalla stessa Agenzia ICE.

Le startup selezionate usufruiranno del percorso per un periodo massimo di 8 settimane, nel periodo tra settembre e dicembre 2022.

A chi si rivolge

Il bando si rivolge alle startup innovative italiane con sede nel territorio nazionale, impegnate nello sviluppo di innovazioni di prodotti o di servizi, con potenziale di crescita all’estero.

I settori di pertinenza sono: ICT, Robotic e Industry 4.0, Automotive, Smart Mobility, Life Sciences e Biotech, Agri e Foodtech, Greentech e Circular Economy, Smart Cities e Domotica, AI e Data, Fintech, Cyber Security, E-commerce, VR e Videogame, Energy e Spazio.

I requisiti

Sono esclusivamente ammesse le startup innovative in possesso dei seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda di ammissione:

1) iscrizione in qualità di startup innovativa nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese c/o la CCIAA di appartenenza con i requisiti obbligatori previsti dalla normativa vigente, sulla base del D.L. 18 ottobre 2012, 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221;

2) presenza di una sede legale ed operativa in Italia;

3) un sito internet in lingua inglese o, in alternativa, una pagina informativa su Linkedin;

4) titolarità di un brevetto depositato e registrato in Italia, ovvero di domanda di deposito o di un software protetto da copyright (da indicare obbligatoriamente nella domanda tipologia, numero brevetto ovvero data di deposito): il brevetto depositato dovrà essere attinente al progetto/servizio innovativo presentato;

5) posizione regolare rispetto alle norme vigenti in materia fiscale, assistenziale e previdenziale;

6) non si trovino in condizione di morosità nei confronti dell’Agenzia ICE;

7) non siano in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata;

8) conoscenza lingua inglese, livello C1, del partecipante al programma.

9) l’impegno da parte della startup a far partecipare alla fase all’estero, per la sua intera durata, un Founder o, in alternativa, personale dell’azienda che ricopre un ruolo dirigenziale o manageriale (C level), purché assunto in data precedente alla pubblicazione della Circolare di adesione;

10) l’impegno della startup a registrare in Italia le proprietà intellettuali risultanti dal percorso nei 12 mesi successivi al termine del progetto, non trasferire all’estero i diritti sulla sua proprietà intellettuale nei 24 mesi successivi al completamento della fase di incubazione/accelerazione all’estero e mantenere la sede principale delle proprie attività in Italia nei 36 mesi successivi al termine del progetto.

I requisiti aggiuntivi obbligatori

Le aziende che intendono fare domanda per i programmi di accelerazione dovranno inoltre presentare i seguenti ulteriori requisiti aggiuntivi obbligatori:

1) avere già avuto un primo round di finanziamento/seed capital, requisito minimo 100,000 euro;

2) avere un prodotto/servizio commercializzabile oppure già commercializzato;

3) Saranno considerati requisito preferenziale avere già preso parte e completato un programma di incubazione e/o accelerazione in Italia o all’estero e la presenza di founder/socio femminile e/o con età inferiore ai 35 anni al momento della pubblicazione della call.

I premi

Le startup selezionate avranno la possibilità di partecipare a un percorso di incubazione o accelerazione presso uno dei seguenti Paesi: Cina, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Singapore e quattro città USA: Chicago, Houston, New York e San Francisco.

Per la permanenza del rappresentante della startup presso la struttura designata estera l’Agenzia ICE eroga un sostegno finanziario che coprirà, per una persona il costo:

  • del biglietto aereo A/R in classe economica,
  • di trasferimento da/per aeroporto nel paese di destinazione,
  • dell’alloggio (residence o affitto appartamento) per il periodo indicato,
  • dell’assicurazione infortuni

È prevista una relazione complessiva finale sul lavoro svolto in fase di incubazione- accelerazione da parte della startup partecipante. Al termine della fase di incubazione/accelerazione estera sarà rilasciato alle aziende un attestato di partecipazione. Ogni Hub Partner fornirà a ICE Agenzia una valutazione sulle startup che avranno partecipato al programma.

Per inviare la candidatura consulta il sito globalstartupprogram.eu

e la pagina https://www.ice.it/it/settori/startup-innovazione/global-start-up-program