Primomiglio ottiene l’ok da Bankitalia. Dettori: «Investiremo 50 milioni in 200 startup»

Primomiglio può operare come gestore del risparmio e lancia il primo fondo: si tratta di Barcamper Ventures. Le startup selezionate da quelle che hanno fatto il percorso di accelerazione Barcamper (qui come partecipare)

Primomiglio SGR, società di gestione del risparmio fondata da Gianluca Dettori, ha avuto l’ok ad operare dalla Banca d’Italia e lancia Barcamper Ventures come primo veicolo di investimento. Obiettivo:  investire 50 milioni di euro in duecento startup nei prossimi cinque anni Parliamo di almeno 40 investimenti l’anno.

gianluca dettori

«Sono passati dieci anni da quando abbiamo intrapreso il percorso del venture capital in Italia con dpixel – ha dichiarato Gianluca Dettori, fondatore di Primomiglio – abbiamo percorso molta strada e siamo convinti che le startup siano oggi un’opportunità di investimento significativo. Con Barcamper Ventures riteniamo di aver costruito una strategia di investimento in grado di cogliere il valore che le startup tecnologiche Italiane possono esprimere».

50 milioni per circa 200 startup  dallo scouting Barcamper

Barcamper Ventures ha già trovato l’interesse di investitori come Fondo Italiano d’Investimento, Banca Sella Holding, Unindustria Bologna, a cui si sono aggiunti Fondazione Puglia e Società Reale Mutua  di Assicurazioni. Il fondo avrà la durata di dieci anni e punta a costruire nei primi cinque (“periodo di investimento”) un portafoglio di circa 200 startup innovative nel settore, selezionate tra le 5.000 che parteciperanno alle attività di scouting del Barcamper. Potrà effettuare investimenti anche in Europa e negli Stati Uniti, ma avrà una fortissima concentrazione sul mercato delle startup italiane. Il veicolo farà investimenti con un taglio a partire da 25 mila euro.

Il camper di Dettori (già in giro per l’Italia)

Le attività di investimento potranno iniziare non appena si concluderà la prima fase della raccolta di capitali, ma il Barcamper è già in piena attività di scouting in giro per l’Italia. A bordo, il team di scouting di dpixel, è pronto ad ascoltare le storie di startup innovative, guidate da imprenditori che vogliono intraprendere un percorso di crescita. Le startup che vogliono prenotarsi un appuntamento possono farlo QUI.

«Crediamo di aver dimostrato che esistono in Italia nuovi imprenditori che hanno la capacità per creare aziende significative e di valore – ha precisato Gianluca Dettori – Barcamper Ventures punta a consolidare questa esperienza a metterla in scala, colmando i principali gap del mercato italiano, per consentire alle startup, che riusciranno a dimostrare il proprio modello di business, di scalare rapidamente e con le risorse adeguate. Abbiamo lavorato intensamente per costruire una squadra all’altezza della sfida e un processo di investimento che punta ad industrializzare il seed capital efficace e di forte impatto».

Ti potrebbe interessare anche

8 cose che il Governo deve fare subito per le startup secondo 8 investitori

Cosa dovrebbe contenere il decreto Finanza per la crescita 2.0 secondo chi con le startup in Italia ci lavora. Le opinioni di investitori e associazioni

#IW16 | Dettori (dpixel): «L’innovazione in Italia è pronta per le scuole medie»

Gianluca Dettori, 49 anni, è tra i protagonisti della giornata di apertura della Edison Innovation Week, dedicata all’Internet of Everythings. Gli abbiamo chiesto dello stato dell’innovazione in Italia

Cannavale (Lastminute): «Perché Shark Tank è l’emblema dello stato delle startup in Italia»

Intervista a al ceo di Lastminute che racconta delle difficoltà lato venture e startup. E racconta della fortunata serie televisiva come un esempio di quanta confusione e polemica inutile ci sia nel mondo delle startup

Cisco sale a bordo del Barcamper. Con dipixel girerà l’Italia alla ricerca delle migliori startup

Sono 50 le città in calendario per lo scouting tour 2016 alla ricerca di talenti imprenditoriali

Arriva dal vino la pelle naturale che non sfrutta gli animali

WineLeather è vegetale al cento per cento ed è ricavata dalla vinaccia. L’idea sviluppata da Gianpiero Tessitore e Francesco Merlino rappresenta un’occasione di rilancio per il settore conciario italiano all’insegna della sostenibilità e del cruelty-free

Più bike sharing, meno stazioni di parcheggio. Shike, il progetto di MugStudio (SocialFare)

Andrea Tommei e Andrea Cantore hanno sviluppato un progetto di bike sharing innovativo, che permette ai cittadini di non servirsi delle classiche stazioni. Shike è tra le 5 aziende selezionate per Foundamenta#3, il programma di accelerazione per startup a impatto sociale