18 +1 motivi per cui venire allo StartupItalia! Open Summit 2017 a Milano

Intelligenza Artificiale, Economia Circolare, Foodtech, Education, Cloud, Fintech, Open Innovation, Insurtech, Social Innovation, Blockchain, Turismo, Cultura, Mobilità Sostenibile, Energy, Digital Health e Life Science : tutti i contenuti del più grande evento italiano dedicato a startup e innovazione

  1. Perché è il più grande evento italiano dedicato all’innovazione e alle startup in Italia, la prima edizione contò 1.500 partecipanti e oggi, un mese prima dell’apertura delle porte, è già a quota 1.700. In questo caso le dimensioni contano, perché solo se usciamo dalla “nicchia” e diventiamo un movimento vero, fatto di decine di migliaia di aziende, di nuovi posti di lavoro, possiamo contare qualcosa nel panorama italiano. Con Italia Startup, che raccoglie oltre 2.000 iscritti, e con il suo presidente, Marco Bicocchi Pichi, presenteremo un documento con 6 richieste ai principali candidati alle prossime elezioni per favorire la nascita e la crescita di nuove imprese e vorremmo anche i vostri contributi. Perché come ha spiegato Donato Iacovone, CEO di EY durante il premio dedicato all’Imprenditore dell’anno (di cui per la prima volta siamo stati orgogliosamente in giuria per scegliere la migliore startup)
    E’ un suicidio pensare di farcela senza i giovani: abbiamo bisogno di loro, di nuova energia, di nuova linfa, per far crescere il nostro Paese” Donato Iacovone, CEO di EY
  2. Perché le startup saranno le vere protagoniste, con due spazi in main stage sia per le nuove arrivate, le cosiddette early stage, sia per quelle già importanti, le scale up e 30 booth per i migliori progetti che vogliono esibirsi nella cornice dell’open summit.
  3. Perchè ci saranno 2 masterclass eccezionali, con 16 sessioni di formazione gratuita su come creare una PMI Innovativa, su come attrarre fondi europei o come creare la vostra strategia di inbound marketing, solo per citare i 3 più gettonati.
  4. Perché ci sarà quel campione di Alex Zanardi, che oltre ad essere una startup lui stesso ha scelto il nostro evento per raccogliere i fondi per portare 3 super atleti alle Paraolimpiadi di Tokyo. La campagna di crowdfunding sta andando alla grande con il contributo di molti di voi (qui Matteo Flora), che hanno creato anche dei video per supportarci. Se volete contribuire, trovate qui tutte le istruzioni http://www.startupitaliaopensummit.eu/zanardi

  5. Perché ad oggi ci sono già 173 investitori accreditati: VC, incubatori, acceleratori e anche Business Angel. Impossibile citarli tutti, ci saranno Paolo Barberis, Alessandro Sordi e Jacopo Marello di Nana Bianca, Layla Pavone e Marco Gay di Digital Magics, Timothy O’ Connell di H-Farm, Dario Giudici e Cristiano Esclapon di Mamacrowd, Paola Bonomo appena eletta European Angel Investor of the Year e una delle prime business angel di Satispay Fausta Pavesio, ma anche tanti partner di primo piano italiani e internazionali da Endeavour a Earlybird, da Axel Springer Plug and Play a Innogest e Vertis e partner come Polihub, Millionaire, 4Ward, Talent Garden, SpeedMeUp, Flipboard, JA Italia, Techsoup, Saranno loro a scegliere le migliori 100 startup italiane e poi, la sera del 18 Dicembre la migliore in assoluto.
  6. Perché ognuno di voi può candidarsi, il percorso è aperto già da Settembre e richiede solo l’iscrizione da http://www.startupitaliaopensummit.eu. Una volta chiuse le candidature, il 1 Dicembre la redazione di StartupItalia! grazie ai suggerimenti i giurati selezionati per SIOS17 comporrà una lista delle 100 migliori startup che saranno consegnate ai giudici perché ne traggano le migliori 10. Queste accederanno il 18 Dicembre al main stage di SIOS17 e con un’app la giuria voterà live la migliore del 2017. Anders Nilsson, Enrico Noseda ed il loro team in GrowITup cureranno il processo di screening e la preparazione delle schede di valutazione delle startup che accederanno alla selezione finale fornendo alla giura un set ricchissimo di contenuti: oltre alla valutazione del team, dell’innovazione tecnologica e dei risultati raggiunti, analizzeremo la value proposition, il business model, la financial projection ed elaboreremo una SWOT analysis.
  7. Perché è completamente gratuito per le startup (come tutte le attività che facciamo come StartupItalia!) e si sostiene con un network di partner impressionante che, in barba alla competition di tutto l’anno, si ritrova al Palazzo del Ghiaccio di Milano, il 18 Dicembre, per sostenere e far crescere questo ecosistema. In rigoroso ordine alfabetico: AXA, Cariplo Factory, Cisco, ENI, Facebook, Fondazione Bracco, Fondazione CR Firenze, Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore, Edison, HP, Lavazza, Microsoft, Oracle, Redbull, Sanofi, TIM WCAP
  8. Perché con Giampaolo Colletti abbiamo costruito un bellissimo programma composto da 10 workshop per un totale di oltre 40 speaker straordinari sia nel Palazzo del Ghiaccio, sia nei Frigoriferi Milanesi. Guidato da uno strepitoso Marco “Monty” Montemagno, comprenderà due sessioni di keynote con speaker di altissimo livello: dal VP WW IoT di Amazon, Marco Argenti a Mike Butcher di Techcrunch, Silvia Candiani, nuovissima Amministratrice Delegata di Microsoft e Patrick Cohen, CEO di AXA, Cristina Tajani, Paolo Barberis, Fondatore di Nana Bianca e DADA, Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale del Comune di Milano, Patrizia Caraveo, Direttrice dell’Istituto di Astrofisica Nazionale, Roberto Maroni, Presidente di Regione Lombardia, Davide Casaleggio, AD di Casaleggio Associati, Max Ciociola, Fondatore di MusixMatch e AIlabs, Luca Colombo, Country Manager di Facebook, Gianni Franco Papa, Direttore Generale di Unicredit, Jöerg Rheinboldt, CEO of Axel Springer Plug and Play , Alexander Zehnder, CEO di SanofiSergio Borra, CEO di Dale Carnegie, Massimo Russo, Managing Director di Repubblica, Paola Concia, Assessore alle Relazioni internazionali del Comune di Firenze, Walter Ruffinoni, CEO di NTT Data, Miriam Cresta, CEO di JA Italia, Diana Bracco, Presidente di Gruppo Bracco, Sara Gandolfi, Ematologa, Research fellow al Dana Farber Cancer Institute e alla Harvard Medical School oltre che testimonial di AIRC e Federico Pistono, autore di Startup Zero. Ma ne abbiamo altrettanti da svelare nei prossimi giorni che trovate aggiornati su www.startupitaliaopensummit.eu 
  9. Perché per la prima volta un evento di questa portata sarà in inglese, creando un contenuto che racconti le nostre eccellenze oltre i nostri confini nazionali e lo farà anche in streaming su facebook live.
  10. Perché in Italia ci sono troppe poche donne imprenditrici. Noi riuniremo le 150 migliori in Unstoppable Women insieme a Eric Axel Zimmer e Mickael Drouard in un workshop che utilizzerà tecniche di collective intelligence per dare vita insieme a un chair’s summary in collaborazione con ValoreD dedicato a imprenditoria al femminile, donne e digitale e formazione STEM. Se volete partecipare iniziamo da qui: https://www.facebook.com/groups/154020898540261/
  11. Perché uno dei temi più importanti sarà la circular economy che comprende una trasformazione paragonabile alla globalizzazione e alla rivoluzione digitale e, a dirla tutta, fa leva su entrambi in modo da scatenare una forza dirompente (la famosa disruption meta di tante startup) che sposti la nostra attenzione su una nuova era di crescita e innovazione, nella quale però il successo nel business non sia più solo basato sullo sfruttamento delle risorse naturali limitate, ma dia vita ad un ecosistema globale in grado di soddisfare i bisogni di tutti, e per sempre, in modo sostenibile. Noi la pensiamo come il CEO di Blackrock, la più grande società di investimento al mondo che gestisce circa 5.100 Miliardi, e vorremmo favorire la nascita di startup che pensano a lungo termine.

    “La circular economy sarà l’unica economia possibile nel futuro, la sola in grado di trainare l’Italia e l’Europa verso una nuova fase di crescita” Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti

  12. Perché in un mondo sempre più volatile e connesso, cresce il bisogno di protezione e ci siamo chiesti se l’innovazione è il modo giusto di proteggere una società che cambia?Questo il tema dell’#AXAForum 2017, evento annuale di AXA Italia su innovazione e insurtech, a partire dai risultati della ricerca originale AXA-Episteme, con un dialogo aperto tra i vertici di aziende e leader dell’innovazione, dell’ecosistema sociale, delle istituzioni e dei media.Un evento nell’evento con la partecipazione straordinaria di Alex Zanardi, Patrick Cohen, CEO AXA Italia,  Silvia Candiani, CEO Microsoft Italia, Maria Bianca Farina, Presidente ANIA e del Gruppo Poste Italiane, Paola Bonomo, Business Angel Award 2017, Advisor & Investor, Guillaume Borie, Chief Innovation Officer del Gruppo AXA e Gianmario Verona, Rettore dell’Università Bocconi.
  13. Perché in collaborazione con Burson Marsteller vi offriamo una piattaforma impressionante per raccontare i vostri progetti. La scorsa edizione collezionò quasi 200 articoli e servizi tv di coverage.
  14. Perché la vincitrice della scorsa edizione, la Vislab di Alberto Broggi, fece una exit da 30 Milioni per aver vinto il summit (ehm no, 😊 forse è vero il contrario!) ma se guardate indietro, la top 10 era fatta da 10 progetti straordinari: tra questi Mosaicoon e Talent Garden, Musement, Wise Neuro, Genenta Science, HelloFood, Soundreef, Satispay, MoneyFarm e Dove Conviene.
  15. Perché nel CUBO, il più grande degli spazi dei Frigoriferi Milanesi, abbiamo organizzato il lancio di European Valley insieme a Guido Romeo e Marco Gafforini, per riunire tutti i player internazionali, le università, i programmi di accelerazione e soprattutto le startup che vogliono contribuire a far scalare l’ecosistema italiano verso tutto il continente insieme alle migliori Università Italiane, Ambasciate estere e naturalmente VC e finanziatori da tutta Europa http://www.europeanvalley.eu
  16. Perché insieme alle startup presenti vogliamo creare una serie di promozioni, dedicate sia alle startup che ai loro clienti, gli special deal per startup. Immaginate di poter offrire gratuitamente il vostro prodotto a 1 milione di lettori, a 12.000 iscritti e 200.000 fan sui social. Gratuitamente. Flazio, Vino75, Millionaire e DevAcademy sono già partite. Volete unirvi a loro? Scriveteci: [email protected]
  17. Perché dobbiamo sbloccare i finanziamenti nel nostro paese, ad oggi attraiamo meno investimenti di paesi come il Portogallo: paese stupendo, che ospita il web summit peraltro, ma che come PIL, come numero di imprese, come investimento in innovazione o facilità di fare business non è davanti a noi. Non date retta a chi vi dice che le startup sono di moda o peggio ancora che sono passate di moda. Non hanno nemmeno capito che cosa fate e per lui siete come Google Chrome per la mamma di Zerocalcare. Non ci sono startup, imprese, PMI, innovative o no. Si tratta di prendere una partita IVA, rischiare, lavorare sodo, fatturare, fare margine e creare posti di lavoro. Tutto il resto sono chiacchiere. Bisogna non mollare e far succedere le cose, magari rompendo qualcosa e sicuramente aprendosi ad investitori e mercati internazionali.

  18. Last but not least, perché la sera ci sarà un party strepitoso con Paolo De Nadai e la sua Scuola Zoo e questa non potete davvero perdervela!

+1: Volete aiutarci a costruirlo insieme? Come speaker, sponsor, partner, investitore, startup o con una qualunque idea che possa arricchire lo StartupItalia! Open Summit? C’è poco tempo ma abbastanza per provarci. Scriveteci [email protected]