Premio Gaetano Marzotto, premiate Cellply e Bettery. Tutti i vincitori - Startupitalia
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 3 gennaio 2019 alle 19:41

Premio Gaetano Marzotto, premiate Cellply e Bettery. Tutti i vincitori

Cellply e Bettery si sono aggiudicati i principali riconoscimenti del Premio Gaetano Marzotto 2018. Diverse startup innovative hanno ottenuto i premi messi in palio dalle big corporate

La finale dell’ottava edizione del Premio Gaetano Marzotto si è svolta ieri sera a Roma presso la suggestiva cornice del Maxxi, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo. L’evento è stato presentato da Cristiano Seganfreddo (Direttore Premio Marzotto), che ha sottolineato come in otto anni il premio abbia raggiunto il suo obiettivo fondamentale: essere il principale ecosistema della innovazione italiana, promuovendo il dialogo tra le startup del settore open innovation e le corporate.

Premio per l’impresa: vincono le startup Cellply e Bettery

Cellply è una startup bolognese che ha sviluppato il primo sistema diagnostico in grado di prevedere l’efficacia di farmaci antitumorali per ciascun paziente analizzando la risposta in – vitro di cellule vitali all’interno di una piccola biopsia. Guidata dal Ceo Massimo Bocchi, Cellply ha ottenuto il “Premio per l’impresa” di 300.000 euro in denaro e 25.000 euro di percorso di affiancamento da parte di CUOA Business School.

Arriva da Bologna anche Bettery, startup cofondata da Alessandro Brilloni, che vuole portare sul mercato un nuovo tipo di batteria liquida con la maggiore energia e durata, il minor costo, impatto ambientale e tempo di ricarica mai riportati. Una manna per uno sfruttamento migliore delle energie rinnovabili e l’autonomia delle auto elettriche. Bettery si è aggiudicata il “Premio dall’idea all’impresa” dal valore di 50.000 euro in denaro e 15.000 euro di mentorship da parte di CUOA Business School.

Inoltre, Bettery e Cellply parteciperanno alla presentazione del libro “Italian Book of Innovation 2018” che si terrà al consolato italiano di New York il prossimo 6 dicembre.

Le startup vincitrici per la categoria corporate

Domoki, il microcomputer per controllare gli interruttori di casa basato su sistema Android (ne abbiamo scritto qui) ha ottenuto il premio “Amazon Launchpad Award”, che permetterà alla startup di Alesssandro Benedetti e Marco Zanchi di avviare un percorso di valorizzazione del prodotto in tutti i canali Amazon con un posizionamento sullo storefont e attività specifiche di marketing e comunicazione.

Microsoft ha voluto premiare Smart Domotics che progetta, produce e commercializza soluzioni Made in Italy per l’efficienza e il risparmio energetico. La startup fondata da Raffaele Borgini avrà la possibilità di candidarsi al nuovo programma Microsoft for Startups che, con un investimento complessivo di 500 milioni di dollari, fornisce supporto a startup e imprese innovative per affermarsi sul mercato a livello nazionale e internazionale.

Si è aggiudicata il “Premio Speciale Accenture” la piattaforma Babelee, che permette, attraverso l’Intelligenza artificiale, di realizzare video automatici partendo da contenuti giornalistici (ne abbiamo scritto qui). Il premio di 50.000 euro non sarà corrisposto in denaro ma erogato attraverso un percorso di affiancamento.

Cisco offrirà un percorso di affiancamento dal valore di 50.000 euro alla startup milanese Blimp, che ha sviluppato tecnologie in grado di estrarre dati dalle strutture che supportano la città. Tra questo, il riconoscimento dei volti a sessanta metri di distanza, la distribuzione delle persone nella città e il monitoraggio del numero di veicoli che l’ha attraversano.

Il premio speciale “Capitol One, Copernico, Marzotto Venture accelerator” è stato conferito ad Agricolus, piattaforma per l’agricoltura di precisione che ha già conquistato migliaia di aziende agricole con i suoi servizi di monitoraggio erogati con l’utilizzo di satelliti, droni e sensori. Rimanendo nel campo dell’Agritech, ecco Revotree, startup romana fondata da Cosimo Caiano che ha ricevuto il premio “Amazon Web Services” per la sua piattaforma in grado di monitorare il consumo di acqua nei vigneti e nei frutteti grazie all’intelligenza artificiale e ai sistemi Iot.

É la startup milanese Userbot ad aggiudicarsi il “Premio Speciale Repower” nell’ambito del Premio Gaetano Marzotto 2018. Userbot è una startup milanese fondata da Antonio Giarrusso e partecipata da PoliHub che offre un sistema di customer service altamente tecnologico che coniuga cloud, intelligenza artificiale (AI) ed intelligenza umana con l’obiettivo di semplificare i processi e il lavoro degli operatori di Customer Service. La start up potrà usufruire di un percorso di mentoring della durata di tre mesi presso gli uffici Repower di Milano, per un controvalore di 50.000 euro.

I premi alle founder donne

Diverse realtà guidate da startupper donne hanno ricevuto i premi della categoria corporate. Il “Premio Speciale EY” è stato conferito a Eleonora Mulas, Ceo di Genuino, startup che attraverso la blockchain e sistemi Iot è in grado di certificare l’autenticità dei prodotti Made in Italy in diversi settori, generando valore aggiunto per i marchi.

EY ha premiato anche Maria Lodolo d’Oria, Presale Executive di Metaliquid, piattaforma che sviluppa algoritmi di intelligenza artificiale per l’analisi dei video. Inoltre, Metaliquid si è aggiudicata il “Premio speciale Invitalia”, che verrà erogato attraverso servizi di tutoring dedicati.

Il “Premio speciale Unicredit Start Lab” è stato assegnato Francesca Pievani, founder di Fili Pari, startup che ha introdotto l’utilizzo del marmo nel settore tessile, brevettando un microfilm composto da materiali di scarto in grado di aumentare la prestazione dei prodotti e il loro valore estetico. Il premio di 150.000 euro  verrà corrisposto in percorsi di affiancamento.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter