desc

Ecco le aziende europee che crescono di più (208 sono italiane)

Economia Digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Ecco le aziende europee che crescono di più (208 sono italiane)

Il Financial Times pubblica l’annuale classifica delle 1000 aziende europee a più elevato tasso di crescita: 208 sono le imprese italiane. Tra queste: Buzzoole, Kolinpharma e Musement

Il Financial Times pubblica l’annuale classifica delle 1000 aziende europee a più elevato tasso di crescita: 208 sono le imprese italiane. Tra queste: Buzzoole, Kolinpharma e Musement

Economia Digitale

Il Financial Times ha pubblicato La “FT1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2019” ovvero la classifica della mille aziende che nel triennio 2014-2017 hanno registrato il più alto tasso di crescita per ricavi. E guidano i trend dell’innovazione.

I dati dell’FT1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2019

C’è da dire subito che quest’anno il tasso di crescita è stato anche superiore rispetto a quello dell’anno scorso. Si è passati infatti al 37,7% contro il 34,6% dell’anno precedente.

Nella attuale classifica, Deliveroo la startup di consegne a domicilio che l’anno scorso si era piazzata al primo posto, è stata invece superata dalla britannica Blue Motor Finance, società che si occupa di finanziamenti per auto.

HelloFresh (prima nel 2017), per il terzo anno consecutivo si conferma l’azienda più stabile e che ha dimostrato una crescita costante del suo fatturato.

La classifica del Financial Times continua ad essere dominata dal settore tecnologico, con 149 aziende, senza contare le categorie fintech e e-commerce.

Ancora una volta, la Germania detiene il primato di maggiori aziende con 230, mentre Londra si conferma la città più importante, con 63 aziende, tuttavia in calo rispetto alle 74 dell’anno scorso.

 

Tre aziende italiane nella top 30

Buzzoole è la prima azienda italiana al 19esimo posto. Nata nel 2013 a Napoli, Buzzoole ha lanciato una piattaforma che aiuta i brand a migliorare la propria presenza sui social, grazie a campagne di influencer marketing. Il suo fatturato è cresciuto del 217,6%, tra il 2014 e il 2017. Il tasso di crescita assoluto è 3104%. Oggi l’azienda è attiva in 176 Paesi, ha più di 70 dipendenti, uffici a Napoli, Roma, Milano, Londra e New York. Nel 2018 ha chiuso un aumento di capitale da 7,8 milioni di euro.

 

Kolinpharma è la seconda italiana al 26esimo posto.  Fondata nel 2013 è una PMI Innovativa operante nel settore nutraceutico e specializzata in ricerca e sviluppo. I suoi prodotti sono realizzati con materie prime innovative e naturali e hanno lo scopo di supportare i trattamenti farmacologici principalmente per le patologie nei campi ortopedico-fisiatrico e ginecologico. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017è del 202,2%.

 

Musement è la terza italiana al 29esimo posto. Avviata nel 2013 da quattro amici, ex manager, appassionati di arte e viaggi, permette di prenotare visite nei musei, eventi sportivi, tour nella natura, gite in barca, percorsi enogastronomici. L’offerta include migliaia di attrazioni in 1100 città. Oggi Musement conta un milione di utenti, 130 dipendenti in Italia e all’estero. Nel 2018 è stata acquisita dal gruppo tedesco Tui Group. Nel triennio preso in considerazione dal Financial Times, il suo fatturato è cresciuto del 197,1%.

 

Le altre italiane presenti nella top 100

Unicoenergia (32°). E’ una società reseller che si occupa della fornitura di Gas&Power e offre servizi e soluzioni di efficientamento energetico. L’attività si rivolge sia ad aziende che a privati. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 189,8%.

 

Sarcos Wind (37°). Azienda sarda che opera a livello locale nella realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 183,9%.

 

Vmway (45°). E’ una società che offre servizi strutturati nell’ambito Information e Communication Technology. Partendo dall’infrastruttura, VmWay, si pone come System Integrator per far fronte alle esigenze dei clienti, accompagnandoli nell’implementazione delle soluzioni ICT. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 164,4%.

 

Plastrading (48°). Con sede a Padova, opera nel mercato della commercializzazione di tecnopolimeri all’estero e in Italia. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 162,6%.

 

Gaia (50°). E’ un’azienda fondata nel 2013 da Gloria ed Alessandro Inglese, attiva nel settore dell’alimentazione senza glutine. L’azienda si rivolge non solo alle persone celiache ma anche a chi ha intolleranze alimentari in generale, eliminando dai propri prodotti allergeni alimentari, quali latte e lattosio, soia ed in molti casi anche uova. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 160,4%.

 

Velotransport (50°). E’ un’azienda che opera a Torino ed è attiva nei settori: trasporti e spedizioni, servizi espressi, servizi dedicati, groupage nazionale. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 158,9%.

 

Rebecca (60°). E’ un’azienda attiva nel settore arredamento. Vende mobili in stile shabby chic, vintage e moderno, complementi d’arredo e accessori, con la possibilità di fare shopping anche da casa grazie a foto ad alta risoluzione, misure e descrizioni dettagliate presenti sul web. Tasso di crescita fatturato tra il 2014 e il 2017: 154,2%.

 

Il 25 marzo la medesima classifica verrà pubblicata sull’edizione cartacea del Financial Times all’interno di un report dedicato intitolato “FT1000: Europe’s fastest-growing companies”.