SIOS19: Mamacrowd a caccia di aziende, startup e investitori immagine-preview
In collaborazione con Logo Content By
In collaborazione con Logo Content By

Giu 7, 2019

#SIOS19: Mamacrowd a caccia di aziende, startup e investitori

Come prepararsi al meglio ad una campagna di crowdfunding. I consigli del dealflow specialist di Mamacrowd, Edoardo David

Creare ecosistemi di imprese, startup e investitori per incrementare il crowdfunding. Mamacrowd   parteciperà a SIOS19 Summer Edition con l’obiettivo di fare scouting, alla ricerca di aziende e startup che vogliano raccogliere capitali tramite l’equity crowdfunding.

“Chiunque può accedere e raccogliere fondi sulla nostra piattaforma. Per questo, a StartupItalia Open Summit, vogliamo far conoscere a tutti i partecipanti gli strumenti che mettiamo a disposizione e i vantaggi che questi possono generare”, afferma Edoardo David, dealflow specialist di Mamacrowd.

 

Mamacrowd: uno strumento a disposizione di tutti

La piattaforma di SiamoSoci si conferma leader per l’equity in Italia, non solo in termini di capitale raccolto (22 milioni di euro, pari al 30% del totale mercato italiano), ma anche per numero di campagne chiuse positivamente (57 in tutto, record italiano) e percentuale di successo (oltre il 90% tra startup e aziende che avviano la raccolta sulla piattaforma riescono a portarla a termine con successo).

È il caso delle due più grandi campagne del primo trimestre del 2019, quella di Green Energy Storage e quella di StartupItalia. Quest’ultima, da sola, ha messo assieme oltre 2.000 investitori, di fatto diventando la campagna più partecipata di questo tipo e la più ricca finora nel panorama italiano.

E nel solo trimestre 2019, la piattaforma Mamacrowd ha raccolto più della metà di quanto ottenuto in tutto il 2018 (5.2 milioni a fronte dei 10.1 dello scorso anno).  Sono cinque le campagne milionarie concluse sul sito, per un totale di 22 milioni di euro raccolti dalla fine del 2016, più di 8.000 investitori e 50.000 utenti iscritti.

 

Numeri in continua crescita che puntano a creare un sempre più fruttuoso ecosistema fatto di PMI; startup; scaleup; partners, business angels; investitori; incubatori; società di consulenza; acceleratori; facilitatori d’impresa. “Una moltitudine di soggetti e attori inglobata attorno alla nostra realtà per creare un mercato coeso e far sì che ognuno di questi possa beneficiare degli strumenti che offriamo”, afferma Edoardo David, dealflow specialist di Mamacrowd.

 

Come prepararsi al meglio ad una raccolta fondi

Tra i main points che un’azienda deve sviluppare per arrivare il più preparata possibile alla fase di raccolta fondi ci sono lo sviluppo di un business plan ben strutturato e l’elaborazione di un buon piano marketing e di una campagna di comunicazione.

“Al fine di attrarre più investitori possibili, la startup o l’azienda che si appresta a lanciare una campagna di crowdfunding deve, anzitutto, avere ben chiaro e strutturato il proprio business plan – afferma Edoardo David – oltre ad essere in grado di mostrare in maniera trasparente come impiegherà i capitali raccolti e come questi saranno utili alla crescita dell’azienda. L’investitore finanzia se sa dove vanno a finire i suoi soldi, in un’ottica non solo di lungo, ma anche di breve termine”.

Trasmettere solidità e trasparenza agli investors è, quindi, un punto centrale nel crowdfunding. “Ma anche comunicare al meglio tutti gli aspetti più importanti del proprio business, i risultati raggiunti e la strategia futura è prioritario, come lo è investire campagne di marketing e comunicazione – spiega il dealflow specialist di Mamacrowd – il nostro stesso team aiuta le aziende in crowdfunding nella creazione di contenuti sulla piattaforma, al fine di mettere in risalto i main points delle società”.

 

Mamacrowd permette sia a grandi realtà, in fase di sviluppo avanzata, che a piccole startup di supportare la fase di crescita. “In media la raccolta fondi dura un paio di mesi – precisa Edoardo David – ma la scelta poi spetta all’azienda stessa, in base alle proprie necessità e dinamiche di business. Noi cerchiamo di semplificare e adattare gli strumenti che abbiamo a disposizione alle singole realtà che investono sulla nostra piattaforma”.

E quale occasione migliore, se non StartupItalia Open Summit Summer Edition, per allargare questo fruttuoso ecosistema?

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter