desc

#SIOS19 StartupItalia Village | Openbar, l’app Mobile del free drink

StartupItalia
STARTUP
Edit article
Set prefered

#SIOS19 StartupItalia Village | Openbar, l’app Mobile del free drink

A StartupItalia Open Summit potrete conoscere il team di Openbar e tante altre realtà imprenditoriali. Fissatelo in agenda: lunedì 16 dicembre torna SIOS!

A StartupItalia Open Summit potrete conoscere il team di Openbar e tante altre realtà imprenditoriali. Fissatelo in agenda: lunedì 16 dicembre torna SIOS!

StartupItalia

Torna lo StartupItalia Open Summit 2019 in collaborazione con Università Bocconi. Persone, progetti, idee, percorsi visti con gli occhi di chi sorride al futuro: questo il senso del nuovo #SIOS19, incentrato sui segnali del futuro. A Milano lunedì 16 dicembre ci sarà anche Openbar, una startup fondata nel 2019 da Nicola Mazzucchelli e Cristiano Ceretti, che ha sviluppato un’app che permette agli utenti di ricevere free drink dai propri amici o attraverso campagne di branding. La compagnia parteciperà ad una giornata di networking che riunirà l’ecosistema dell’innovazione italiano con una plenaria, workshop e sarà protagonista allo StartupItalia Village, un luogo dove le startup incontrano gli esperti del settore, investitori e un pubblico interessato, per presentare le proprie idee di business e stringere le giuste connessioni per portare i propri progetti verso il futuro. Abbiamo chiesto al team di Openbar di raccontarci qualcosa in più sulla loro esperienza. Qui intanto trovi un po’ di informazioni.

Cinque domande al team di Openbar

Cosa fa Openbar?

OpenBar è una Mobile app che permette agli utenti di ricevere free drink dai propri amici o attraverso campagne di branding targettizzate.

Com’è nata l’idea? Vi siete ispirati a qualcosa di esistente, da un vostro bisogno o altro?

L’idea è nata dalla necessità delle aziende di comunicare in modo diverso. Le aziende con un drink ottengono di raggiungere il proprio target in modo one2one. Openbar, inoltre, è anche uno strumento per poter scoprire nuovi locali e il gioco del drink regalato porta gli utenti ad uscire di più; purtroppo facciamo parte della “couching generation”!

Qual è il vostro più grande successo? Quello che vi distingue dagli altri?

Sicuramente esistono altre app di free drink ma Openbar è l’unica con focus sull’attività one2one tra aziende e utenti e utente su utente. Il più grande successo in questa fase è sicuramente quello di essere qui con un progetto solido che è partito da un’idea in un sottoscala (true story) un anno fa.

Qual è lo stato attuale del progetto e quali sono gli obiettivi futuri?

Abbiamo lanciato l’app a Settembre 2019 sulla città di Milano, abbiamo +40 bar nel nostro network che stanno crescendo velocemente insieme ai nostri utenti ca 10.000. Stiamo lavorando a partnership con grandi aziende nel settore F&B le quali vedono in Openbar un’opportunità per innovare i loro modelli di business. In ultimo trovare un partner finanziario che ci aiuti nella crescita.

Che cosa ti aspetti dall’esperienza allo StartupItalia Village?

Avere un confronto con altre realtà che operino sia nel nostro settore che in altri settori. Inoltre, avere la possibilità di incontrare investitori e partner a cui poter presentare il progetto.