Dove andare in vacanza in Europa: la mappa interattiva con tutti i divieti

Ultimo aggiornamento il 17 giugno 2020 alle 17:04

Dove andare in vacanza in Europa: la mappa interattiva con tutti i divieti

Sviluppata dalla UE è uno dei tanti strumenti per informare i turisti. E renderli consapevoli di possibili rischi

Se vado in questo paese posso andare liberamente in spiaggia? Ristoranti e locali sono aperti? C’è libertà di circolazione? E i musei? Insomma: dove andare in vacanza in sicurezza? Sono tante le domande che molti turisti italiani si stanno facendo ora che – estate alle porte – riaprono lentamente le frontiere e l’area Schengen torna a significare Europa unita. Per sciogliere dubbi e rassicurare chi vuole andare in vacanza, l’Unione Europea ha sviluppato una ricca mappa interattivaqui il link per esplorarla – con tante informazioni circa le norme in vigore nei singoli stati membri, colpiti – chi più, chi meno – dall’emergenza coronavirus. In alcuni paesi l’accesso da parte degli stranieri è sottoposto a controlli e limitazioni, in altri è libero. Il sito è aggiornato costantemente con le ultime novità.

Leggi anche: Compagnie aeree UK fanno causa al governo: “Via la quarantena ai turisti”

Dove andare in vacanza: tutte le info paese per paese

Ad esempio, sulla mappa interattiva si legge che «la Spagna aprirà le frontiere a partire dal 21 giugno, senza requisiti di quarantena per i cittadini che arrivano dagli Stati membri dell’UE (ad eccezione del Portogallo) e dai paesi dello spazio Schengen». Per ciascun paese che si seleziona sulla mappa, si cerca di capire dove andare in vacanza in base, ad esempio, all’obbligo previsto o non previsto di indossare la mascherina, alle misure anti assembramenti, alla necessità o meno di portare un certificato sanitario.

Leggi anche: Confturismo: “Bonus vacanze? Non risolve i problemi delle aziende”

La mappa realizzata dall’Unione Europea per chi vuole capire dove andare in vacanza quest’estate non vuole essere esaustiva, ma offrire una prima panoramica sulle norme sanitarie in vigore per rendere tutti i turisti più consapevoli. L’estate che il settore alberghiero (e non solo) sta per vivere potrebbe essere la più difficile di sempre, con perdite di fatturato incalcolabili per il lockdown dei mesi scorsi . Viaggiare informati potrebbe essere un primo passo per una ripartenza ordinata.

Leggi anche: Turismo, Demoskopika: 143milioni di turisti in meno, 18mld in fumo

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter