Nel Regno Unito torna il lockdown a Leicester - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 30 giugno 2020 alle 12:13

Nel Regno Unito torna il lockdown a Leicester

OMS: il peggio deve ancora arrivare

Sono davvero lontani i tempi in cui la cittadina inglese faceva parlare di sé per il Leicester dei miracoli di Claudio Ranieri. Oggi torniamo a leggere quel nome sui quotidiani per notizie sicuramente meno positive dato che è la prima città della Gran Bretagna a tornare in quarantena.

Scattato il lock down di Leicester

La notizia di un possibile lock down a Leicester era stata prima ventilata da organi di stampa, quindi confermata dal ministro della salute Matt Hancock anche per evitare pericolose fughe di notizie. La città è la prima area oggetto di una chisura mirata dopo che il governo ha allentato le restrizioni nazionali all’inizio del mese. A Leicester nell’ultima settimana si è concentrato il 10% di nuovi contagi inglesi. “Nell’estesa azione di test che abbiamo condotto, abbiamo visto un elevato numero di positivi sotto i 18 anni ed è per questo che abbiamo deciso, con cuore pesante, di richiudere le scuole a Leicester”, ha dichiarato Hancock.

Nuovo allarme dell’OMS

Non sono per nulla incoraggianti le parole scandite dall’Organizzazione mondiale della sanità: “Il peggio deve ancora arrivare”. Questo, almeno, quanto dichiarato dal direttore generale Ghebreyesus. Intanto il bilancio globale della pandemia sale a 10,3 milioni di casi e oltre 505mila morti. Le speranze del mondo sono ora appese a quanto accade in Cina dove l’esercito ha approvato l’uso del primo vaccino destinato ai soldati. Sempre la Cina ha riportato 19 casi (4 asintomatici), di cui 7 a Pechino. La Corea del Sud invece ha confermato 43 nuovi contagi, portando il totale a 12.800, mentre la città di Tokyo in Giappone, dopo una risalita delle infezioni invece di dichiarare lo stato di emergenza starebbe ripensando di rivedere il metodo per monitorare la situazione, non solo sulla base di dati numerici, così da non creare allarmismi ingiustificati, dicono dalle parti del governo nipponico.

Occhi puntati sulla Germania

Ma non è solo il focolaio del Leicester a preoccupare il Vecchio continente. In Germania i nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore sono 235 per un totale, dall’inizio della pandemia, di 195.042 e i decessi sono stati 8, per un totale di 8.976. Il fattore di riproduzione R con zero rimane sotto l’1 per il sesto giorno di fila, segno che la quarantena imposta alla città del mattatoio nel Nord Reno Vestfalia potrebbe avere funzionato: la scorsa settimana infatti il valore era schizzato fino a 2,88.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter