Nuovo investimento di Intesa Sanpaolo in BacktoWork
single.php

Ultimo aggiornamento il 22 settembre 2020 alle 17:06

Nuovo investimento di Intesa Sanpaolo in BacktoWork. Rilevate le quote da Neva Finventures

Il Gruppo bancario ha acquisito le quota detenute nella piattaforma di crowdfunding da Neva Finventures, il proprio fondo corporate di venture capital

Intesa Sanpaolo investe di nuovo sul mondo dell’innovazione. Il Gruppo bancario ha acquisito, nelle scorse settimane, le quote detenute in BacktoWork, da Neva Finventures, il proprio fondo di corporate venture capital. Si tratta di una novità importante per l’intero ecosistema della tecnologia e dell’imprenditorialità innovativa italiana: Intesa Sanpaolo è difatti al suo secondo finanziamento, dopo quello di luglio 2019, nei confronti della piattaforma di equity crowdfunding.

Leggi anche: BacktoWork 24, 4 milioni di euro con Intesa Sanpaolo. Alberto Bassi: “Vogliamo creare una cultura del crowdfunding”

Un anno di successi

La decisione del Gruppo Intesa Sanpaolo arriva a dodici mesi di distanza dal primo investimento in BacktoWork. A motivarla sono stati i risultati del lavoro svolto in questi 12 mesi, durante i quali è emersa l’efficacia della partnership fra la piattaforma di equity crowfunding e Intesa Sanpaolo Innovation Center, l’acceleratore di impresa che detiene il 100% delle quote di Neva Finventures.

La collaborazione fra BacktoWork24 e Intesa Sanpaolo Innovation Center ha fornito stimoli rilevanti alla nuova economia in Italia. Più di 50 piccole e medie imprese e startup hanno infatti raccolto oltre 16 milioni di euro, da investitori privati e istituzionali, per finanziare la propria crescita.

Gli obiettivi dell’investimento

Un rapporto, quello stretto e rafforzato nel tempo fra Intesa Sanpaolo Innovation Center e BacktoWork, che mira dunque a supportare gli imprenditori italiani che guardano con favore alla tecnologia e alle opportunità offerte dai cambiamenti di mercato. Fornendo loro gli strumenti innovativi e sostenibili, in grado di accelerarne lo sviluppo.

Leggi anche: Claudia Pingue nominata capo del Fondo Technology Transfer di CDP Venture Capital

“Siamo molto orgogliosi della sinergia industriale che il Gruppo Intesa San Paolo ha voluto creare con noi”, ha dichiarato Alberto Bassi, CEO e Founder di BacktoWork. “I primi 12 mesi di collaborazione sono stati entusiasmanti e i risultati raggiunti lo confermano, ma è solo l’inizio. Con questa nuova operazione”, prosegue Bassi, “andiamo nella giusta direzione per raggiungere il nostro obiettivo: creare un impatto importante sul mercato, permettendo a startup e PMI di continuare a sviluppare innovazione come volano per la loro crescita e per quella del Paese”.

Il primo investimento di Intesa Sanpaolo nel 2019

Il finanziamento iniziale che ha visto entrare il Gruppo Intesa Sanpaolo nel capitale di BacktoWork, risale all’estate 2019. Si trattava allora di un investimento di 4 milioni di euro, che ha rappresentato una novità nel settore. Non era infatti comune nel panorama nazionale, che una banca di quel calibro investisse nell’universo dell’equity crowdfunding.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter