desc

SpaceX, lo Starship SN11 è esploso dopo il decollo

TECH
Edit article
Set prefered

SpaceX, lo Starship SN11 è esploso dopo il decollo

Impossibile assistere al lift off per via della troppa nebbia

Impossibile assistere al lift off per via della troppa nebbia

AGGIORNAMENTO

Lo Starship SN11 è decollato, ma il test non è andato a buon fine. Il razzo è esploso in cielo durante la fase di caduta controllata. Detriti sono caduti nella base di Boca Chica. La delusione è tanta, soprattutto per SpaceX che ha comunque abituato il mondo a continui tentativi ed esperimenti, anche dopo i più grandi passi falsi.

Da Boca Chica, in Texas, sono partite le dirette streaming per seguire il possibile il test dello Starship SN11. Dopo i rinvii di venerdì scorso e di ieri, la SpaceX di Elon Musk spera che finalmente i tre motori Raptor del razzo si accendano per valutare tutte le potenzialità di questo prototipo. Per chi non conoscesse il programma Starship, si tratta di un’innovazione non da poco nel campo aerospaziale. L’imprenditore sudafricano ha puntato sul riutilizzo di questi vettori, facendo in modo di sviluppare una tecnologia in grado di fare atterrare i razzi dopo il decollo, rendendoli pronti per un nuovo lift off. Mentre scriviamo la visibilità è, purtroppo, a dire poco pessima.

Leggi anche: La Mars Society italiana: «Ci serve una seconda casa su Marte»

 

Starship: è la volta buona?

Il nome della missione che potrebbe avere luogo tra poco è Medium Altitude Test Flight. Tutto avverrà in Texas, nella base di Boca Chica dove lo Starship SN11 è già in posizione di lancio. Come si legge sulla stampa specializzata si tratta del primo esperimento che riguarda il prototipo SN11, mentre è il terzo decollo di un razzo del programma Starship che punta ad arrivare fino a 10 km di altitudine per poi effettuare una caduta controllata e atterrare delicatamente al suolo (come era già successo con l’SN10, ma si spera senza l’esplosione finale).

Leggi anche: Musk: «Con SpaceX ispiriamo i bambini. Siamo già cyborg. E l’AI può distruggerci»

Come si legge su Twitter, a Boca Chica la mattinata è particolarmente nebbiosa al punto che il canale Everyday Astronaut, che sta trasmettendo una diretta streaming, spera che la visibilità torni ottimale per consentire alle telecamere di riprendere il test dello Starship SN11. A posticipare ad oggi il lift off una questione squisitamente pratica, spiegata dallo stesso Elon Musk: ieri, lunedì 29 marzo, l’ispettore della FAA non sarebbe riuscito ad arrivare in tempo alla base.