desc

Che ci fa Pornhub con l’intelligenza artificiale?

TECH
Edit article
Set prefered

Che ci fa Pornhub con l’intelligenza artificiale?

Un’iniziativa a scopo sorprendentemente didattico

Un’iniziativa a scopo sorprendentemente didattico

Il progetto si chiama Remastured e non vi dovrebbe servire il traduttore. Pornhub, il più importante sito di contenuti hard al mondo, ha deciso di indossare l’intelligenza artificiale e il machine learning per compiere un lavoro ciclopico di ricerca storica sul quale, ne siamo certi, in moltissimi sapranno apprezzare e soffermarsi sui dettagli. L’obiettivo di questa iniziativa è riportare alla luce e in 4K le pellicole più antiche dell’erotismo. Si parla di spingersi indietro nel tempo fino a 125 anni fa per capire di più sui vizi e sulle usanze dell’epoca (pensate davvero che nel mondo hard non ci sia mai stata innovazione?).

Leggi anche: Pornhub: A più della metà degli italiani è mancato un momento intimo durante il lockdown

Pornhub ha così deciso di investire denaro e istruire un algoritmo facendogli leggere 100mila immagini vietate ai minori per ottenere una ottimizzazione grafica e cromatica di spessore di contenuti a luci rosse molto più che vintage. Il senso del pudore – oggi senz’altro persosi tra social network e siti porno accessibili a chiunque – si è evoluto nel corso del tempo, al punto che se ripensiamo a quel che dava scandalo fino a pochi decenni fa, ci rendiamo conto che il lavoro di Pornhub si potrebbe rivelare profondamente utile agli storici che analizzano l’evoluzione dei costumi.

Leggi anche: Sex toys, istruzioni per l’uso. «Sui social raccontiamo il piacere ai giovani»

Sul sito ufficiale dell’iniziativa non sembra nemmeno di essere atterrati su un’appendice del sito di Pornhub. Tra foto d’epoca e timeline stile programmi didattici da servizio pubblico (ci perdoneranno…), il lavoro sui contenuti è stato sorprendente. A oltre un anno di distanza dallo scoppio della pandemia l’attivismo di Pornhub (complice anche quello dei suoi utenti causa lockdown) ha riservato momenti di stupidera niente male, che hanno aiutato a sdrammatizzare giornate tristi, quando tutto ci sembrava troppo brutto per essere vero.

Leggi anche: Sorpresa, ora Pornhub e Greta Thunberg combattono la stessa battaglia