desc

Europei, inginocchiarsi o no? La polemica social colpisce la FIGC

TECH
Edit article
Set prefered

Europei, inginocchiarsi o no? La polemica social colpisce la FIGC

Dopo le parole di Chiellini sul “nazismo”, ora la nota ufficiale della Federazione fa esplodere un nuovo caso

Dopo le parole di Chiellini sul “nazismo”, ora la nota ufficiale della Federazione fa esplodere un nuovo caso

È come se l’Italia stesse vivendo due esperienze diverse agli Europei. Da una parte quella segnata dalla bravura della squadra di Mancini, che tra pochi giorni affronterà il Belgio nei quarti di finale. Dall’altra, invece, quella costellata dalle polemiche scoppiate a seguito di una campagna mediatica a sostegno del movimento Black Lives Matter che non avrebbe ottenuto un’adesione unanime. Il nodo della questione: inginocchiarsi, prima di ogni match, in segno di lotta contro ogni forma di razzismo. La FIGC ha fatto sapere, tramite una nota ufficiale, che l’Italia si inginocchierà se e solo se lo faranno anche gli avversari. E non per un gesto di solidarietà nei confronti della causa in sè, ma per essere “solidali” con il Belgio. Quest’ultimo scivolone è arrivato dopo le polemiche della vigilia di Italia-Austria, quando il difensore della Nazionale, Giorgio Chiellini, aveva commesso una gaffe confondendo razzismo – contro cui si batte il movimento globale – con nazismo.

Leggi anche: Giornata contro l’omofobia: i social fanno abbastanza?

Inginocchiarsi: il dilemma della lunga vigilia

La polemica social continua con il secondo tempo e, questa volta, nel mirino ci sono le considerazioni non proprio brillanti della FIGC. Su Twitter giornalisti e tifosi stanno prendendo le distanze da un toppa che, come spesso accade in casi simili, è peggio del buco. Lasciando stare le opposte fazioni, il dibattito ha ormai assunto un carattere surreale, che rischia addirittura di far passare gli stessi giocatori della Nazionale come presunti complici nel momento in cui decidessero di continuare a non inginocchiarsi.

Leggi anche: Baci, indiani e gatti: i casi di cancel culture da Biancaneve in giù

Mentre la Nazionale è alle prese con la preparazione a una partita che si preannuncia a dir poco tosta contro i diavoli rossi del Belgio, la bolla comunicativa non sembra proprio sgonfiarsi. Inginocchiarsi o no? La settimana del dilemma è appena cominciata.