desc

Tesla, marcia indietro sui bitcoin. «Inquinano troppo»

Economia digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Tesla, marcia indietro sui bitcoin. «Inquinano troppo»

Elon Musk, intanto, si guarda attorno in cerca di nuove opportunità

Elon Musk, intanto, si guarda attorno in cerca di nuove opportunità

Economia digitale

Dopo aver investito 1,5 miliardi di dollari in bitcoin pochi mesi fa, Tesla sterza e inchioda. Per il momento, recita un comunicato rilanciato su Twitter da Elon Musk, l’azienda ha deciso di sospendere gli acquisti di veicoli attraverso l’uso di bitcoin come annunciato a fine marzo. Fintanto che il processo di mining, che come tutte le attività umane produce emissioni, non diventerà più green e sostenibile Tesla preferisce rallentare sulla criptomoneta più forte sul mercato. Mentre scriviamo il valore di bitcoin perde l’11% e si attesa a poco più di 50mila dollari.

Leggi anche: Le nuove miniere di bitcoin? In Texas

Trattandosi di Elon Musk, un imprenditore che ha saputo mostrarsi anche spregiudicato nel mondo crypto, la notizia di Tesla che frena sui bitcoin va comunque analizzata senza desumere che questa possa essere la pietra tombale sulla moneta coniata oltre dieci anni fa da Satoshi Nakamoto. Nel frattempo l’imprenditore sudafricano, c’è da scommetterci, terrà gli occhi aperti nel mondo delle criptovalute, per ipotizzare quali possono essere altre soluzioni che impieghino meno dell’1% dell’energia richiesta da una transazione in bitcoin. Su Twitter, dove il dibattito si è già acceso, alcuni sostengono che Tesla potrebbe buttarsi sulle rivali Ether e Ripple.

Leggi anche: Da Elon Musk 100 milioni alla migliore tecnologia che cattura la CO2

Una delle sfide che Elon Musk si è dato fin da quando ha intrapreso la sua carriera imprenditoriale è quella riguardante l’ambiente. C’è dunque da credergli quando dice di essere preoccupato rispetto al livello di inquinamento dovuto al mining dei bitcoin. Va detto, d’altra parte, che sulla questione il dibattito è ancora aperto e non tutti condividono gli allarmismi riguardanti la CO2 causata da server e processi informatici. Tra le notizie più attuali legate a Musk e al suo attivismo nel mondo crypto c’è l’innamoramento per Dogecoin. Pochi giorni fa ha chiesto ai suoi follower un’opinione sull’ipotesi che Tesla possa accettare pagamenti con la moneta più meme di tutte.

Leggi anche: Elon Musk festeggia: ecco la milionesima auto elettrica di Tesla