desc

Questa azienda paga i dipendenti purché viaggino tanto e imparino cose nuove

Food Tech
LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

Questa azienda paga i dipendenti purché viaggino tanto e imparino cose nuove

Possono usare i mesi liberi come meglio credono. Meno stress per loro e l’azienda guadagna in fedeltà e produttività.

Possono usare i mesi liberi come meglio credono. Meno stress per loro e l’azienda guadagna in fedeltà e produttività.

Food Tech

Multinazionale americana offre dalle sei alle otto settimane di libertà dal lavoro ai suoi dipendenti che possono spenderle viaggiando, trascorrendo più tempo con le loro famiglie o per frequentare corsi e migliorarsi. Senza perdere il diritto al loro stipendio. Questa l’iniziativa di Clif Bar, multinazionale leader nella produzione di barrette energetiche (500 milioni di dollari in vendite annuali): «Le nostre persone sono la nostra azienda. Lavoriamo per creare un ambiente dove i dipendenti possono crescere e vivere la vita che hanno sempre sognato» spiegano i fondatori Gary Erickson e Kit Crawford a Business Insider.

Più di 100 dipendenti ne hanno beneficiato

Da quando la multinazionale ha scelto di adottare la politica più di 100 dipendenti hanno già usufruito della misura, con una dozzina che ne hanno avuto diritto per più di una volta. Secondo il programma, ogni sette anni i dipendenti possono richiedere dalle sei alle otto settimane di libertà dal lavoro per dedicarsi alle loro passioni o spenderle come meglio credono. Business Insider svela che c’è chi le ha usate per fare il tour degli stadi di baseball in USA, chi per frequentare lezioni di cucina o chi semplicemente ha potuto finalmente accompagnare i bambini a scuola ogni giorno: «È fantastico avere del tempo libero, sapendo che verrai comunque pagato. Puoi fare quello che hai sempre sognato e tornare più rilassato e concentrato» spiega Ben Huffmaster, senior manager nelle vendite, che ha impiegato l’anno per fare un viaggio con la sua famiglia e disconnettersi dal lavoro.

Aumenta la fedeltà all’azienda

Secondo Clif Bar è l’azienda tutta ad avere benefici dalla misura. “Offrire ai dipendenti una pausa li aiuta a ricarica le energie a evitare lo stress e ad aumentare la produttività” spiega Claudia Perkins, la responsabile delle risorse umane. Da quando il programma è attivo la percentuale di dipendenti che abbandonano l’azienda è scesa sotto il 3%: «L’idea è trasmettere il messaggio che il lavoro è solo un componente della tua vita e questa cultura abbassa di molto lo stress e la frustrazione sul luogo di lavoro» spiegano i fondatori.

Clif Bar non è la sola

Anche altre multinazionali offrono mesi di “respiro” ai loro dipendenti. Tra le aziende americane che garantiscono questa opportunità, General Mills e Boston Consulting Group, come spiega Fortune in quest’articolo.