desc

L’esperimento di questi studenti di Napoli sarà a bordo della prossima missione spaziale

Science Tech
TECH
Edit article
Set prefered

L’esperimento di questi studenti di Napoli sarà a bordo della prossima missione spaziale

L’esperimento di alcuni studenti del liceo scientifico “Filippo Silvestri” e dell’Università Federico II di Napoli è stato selezionato dall’Agenzia Spaziale Italiana per essere inviato a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS)

L’esperimento di alcuni studenti del liceo scientifico “Filippo Silvestri” e dell’Università Federico II di Napoli è stato selezionato dall’Agenzia Spaziale Italiana per essere inviato a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS)

Science Tech

Per gli studenti appassionati di scienza che sognano lo Spazio, l’occasione era ghiotta. Qualche tempo fa, l’Agenzia Spaziale Italiana aveva lanciato il concorso “YiSS – Youth ISS Science”, che dava la possibilità a studenti delle scuole superiori e dell’Università di cimentarsi nell’ideazione e nella creazione di esperimenti scientifici da inviare nello Spazio, a bordo della Missione “Expedition 52/53” per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L’esperimento vincitore del concorso è “MULTITROP”, che punta a verificare il ruolo dell’acqua e degli elementi nutritivi sull’orientamento della crescita delle radici in condizioni di microgravità. L’esperimento è stato ideato da un gruppo di 3 studenti del Dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli “Federico II” e di 9 ragazzi del Liceo Scientifico “Filippo Silvestri” di Portici, in provincia di Napoli.

A bordo con l’astronauta Nespoli

Alla missione “Expedition 52/53” parteciperà l’astronauta italiano dell’ESA Paolo Nespoli che soggiornerà a bordo della ISS per circa sei mesi. Con Nespoli, salirà anche l’esperimento degli studenti di Napoli, che vuole esplorare la biologia nello Spazio. MULTITROP è un acronimo che ripercorre i tre fattori che determinano il senso di accrescimento delle radici delle piante: gravitropismo, idrotropismo e chemiotropismo.

schermata-2016-11-21-alle-17-45-43

I semi nello Spazio

L’esperimento dei giovani scienziati, dunque, mira ad esplorare come la presenza della microgravità influenzi la crescita delle piante, anche in relazione all’acqua e agli elementi nutritivi che vengono forniti. L’esperimento MULTITROP verrà inviato a bordo dell’ISS grazie al contenitore Biokon: un laboratorio per l’esecuzione di esperimenti di scienze della vita, scienze fisiche e scienze dei materiali in microgravità. Questo contenitore sarà diviso in due parti: in una ci sarà l’acqua, nell’altra gli elementi nutritivi. Gli astronauti analizzeranno la reazione dei semi alla presenza dell’una e degli altri, e faranno una relazione dell’esperimento al loro rientro sulla Terra.

@carlottabalena

[youtube id=”RK_pn38dFPc” parameters=”https://www.youtube.com/watch?v=RK_pn38dFPc”]