desc

Snap acquisisce Zenly per le mappe di Snapchat

Economia Digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Snap acquisisce Zenly per le mappe di Snapchat

È la più grande operazione di questo tipo mai compiuta dall’azienda che produce il celebre client di instant messaging. Zenly per ora resterà un’app indipendente, ma le sue funzioni sono già dentro Snapchat

È la più grande operazione di questo tipo mai compiuta dall’azienda che produce il celebre client di instant messaging. Zenly per ora resterà un’app indipendente, ma le sue funzioni sono già dentro Snapchat

Economia Digitale

Proprio in queste ore Snap ha tenuto a battesimo una nuova funzione di Snapchat: le mappe, anzi, le Snap Map. Uno strumento pensato per aggiungersi agli altri già disponibili con cui si può tenere informati i proprio amici e conoscenti di dove ci si trova e cosa si sta facendo, e per aumentare ulteriormente l’engagement di una piattaforma già molto popolare tra gli adolescenti. La notizia dietro la notizia, secondo Techcrunch, è però che Snap ha acquisito l’azienda che c’è dietro alla tecnologia impiegata per le mappe integrate in Snapchat: per una somma compresa tra 250 e 350 milioni di dollari si è portata a casa la francese ZenlySi tratta della più consistente acquisizione mai effettuata da Snap.

https://www.youtube.com/watch?v=bvl82FfnUvw

Cos’è Zenly

Zenly è una startup parigina che  ha creato un’ulteriore variante del concetto di instant messaging: in luogo di foto o status, è imperniata sulla condivisione della propria posizione geografica attorno a cui si sviluppa la community che ovviamente prevede anche la comunicazione testuale (pubblica o privata) tra gli utenti. I numeri in ballo sono tutto sommato ridotti rispetto a colossi come Snapchat o Whatsapp: si parla di circa 4 milioni di download totali per l’app, con una robusta presenza di utenti transalpini (circa il 30 per cento del totale) e una discreta penetrazione anche in Asia (soprattutto Corea del Sud e Giappone).

Incuriosita dalla somiglianza tra le funzioni di Snap Map e Zenly, Techcrunch ha indagato: scoprendo appunto che attorno allo scorso 25 maggio (data indicativa, ottenuta dando un’occhiata ad alcuni movimenti e spostamenti di server) Snap ha acquisito le attività di Zenly, pur lasciando almeno per il momento piena autonomia alla startup che rimane stabilmente sul Play Store. Le sue funzioni, tuttavia, sono state ora già incorporate in Snapchat. La peculiarità di Zenly, tra l’altro, è aver adottato un approccio estremamente efficace nel ridurre il consumo della batteria: in pratica l’aggiornamento in tempo reale delle posizioni avviene solo ad app aperta, con buona pace dell’autonomia degli smartphone.

Il senso dell’operazione

La mossa di Snap ha perfettamente senso nel panorama attuale: il prezzo pagato non pare eccessivo se si considera che c’è un’enorme concorrenza in atto tra Snapchat stessa, Whatsapp, Instagram e Facebook, allo scopo di catturare sempre più l’attenzione e il tempo degli utenti. Zenly consente di aggiungere una nuova funzione a Snapchat, in particolare di organizzare incontri tra amici in luoghi specifici: un’idea promettente, un’arma in più per cercare di spuntarla nell’affollato e combattivo mondo dell’instant messaging.