desc

Narvalo Urban Active Mask. Su Kickstarter la mascherina pensata per chi fa sport

Sport Tech
LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

Narvalo Urban Active Mask. Su Kickstarter la mascherina pensata per chi fa sport

Narvalo, spin-off del Politecnico di Milano, incubata in PoliHub lancia la sua nuova Narvalo Urban Active Mask, la prima mascherina IoT che integra protezione, versatilità e tecnologia

Narvalo, spin-off del Politecnico di Milano, incubata in PoliHub lancia la sua nuova Narvalo Urban Active Mask, la prima mascherina IoT che integra protezione, versatilità e tecnologia

Sport Tech

Assicurare ai cittadini che si spostano in bici, a piedi, in monopattino e in scooter comfort e protezione filtrante.

Con questa promessa la startup Narvalo, spin-off del Politecnico di Milano, incubata in PoliHub e partecipante istituzionale di Fondazione Politecnico di Milano, lancia la sua nuova Narvalo Urban Active Mask, mascherina IoT che integra protezione, versatilità e tecnologia. La smart mask è acquistabile su Kickstarter, dove la campagna  di crowdfunding internazionale sarà online fino al 2 aprile.

La maschera nata tra i banchi di scuola

L’idea di Narvalo nasce nel 2018, ancor prima dell’emergenza sanitaria da COVID-19, “sui banchi della Scuola del Design del Politecnico di Milano, per risolvere i problemi di comfort delle mascherine per gli urban commuters, che convivono nel loro quotidiano con l’inquinamento urbano e che vogliono proteggersi dall’aria che respirano, in particolare dalle particelle di Pm10 e Pm2.5, killer invisibili che ogni anno, solo in Italia, causano circa 66 mila morti premature”, ci spiegano Venanzio Arquilla, Professore del Politecnico di Milano e Presidente di Narvalo, e Ewoud Westerduin, co-founder e Head of Design di Narvalo.

“Ci siamo rivolti durante lo studio a BLS, azienda specializzata da oltre 50 anni nella produzione di dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie. Da lì abbiamo iniziato a ragionare su come far evolvere il loro prodotto migliore, la BLS Zero, implementando la nostra tecnologia, in attesa di brevetto, che aiuta a creare un microclima positivo all’interno della mascherina attraverso un sensore ed una ventola di estrazione. Da qui è nato il progetto che, ovviamente, risulta essere efficace anche in relazione al Covid-19 ma che ragiona su un processo di adozione ed uso più ampio”.

Respirazione unica per gli urban commuters

Per offrire agli urban commuters un’esperienza di respirazione unica e garantire una sensazione di freschezza durante gli spostamenti quotidiani, la Narvalo Urban Active Mask è dunque dotata dell’Active Shield: una valvola intelligente posizionata nella parte anteriore della maschera che  ottimizza costantemente il flusso d’aria all’interno della maschera riducendo l’accumulo di calore, umidità e soprattutto CO2, grazie alla presenza di sensori capaci di monitorare lo schema di respirazione ed impostare la ventola alla velocità più adatta.

 

L’Active Shield inoltre comunica direttamente con lo smartphone tramite l’app “Narvalo app” creando un ecosistema connesso che restituisce un quadro molto chiaro sulla qualità dell’aria respirata durante i propri spostamenti in città.

 

“Il progetto della Narvalo Active Mask è stato sviluppato pensando la mascherina come il completamento di una serie di dispositivi che ormai quasi tutti hanno con sé, come smartphone e smartwatch o altri wearable legati alla salute ed al benessere. Abbiamo però un’esclusiva, su cui stiamo investendo in termini di sviluppo: la misurazione del respiro. Ad oggi non esiste un dispositivo non invasivo che permetta di misurare la frequenza respiratoria in uso: questa è la caratteristica distintiva di Narvalo. Nello sviluppo abbiamo preso in considerazione la possibilità di integrare i nostri dati attraverso API e abbiamo volutamente limitato i sensori in maschera, per garantire la qualità di funzionamento della stessa evitando un eccessivo carico sulla batteria”.

Livello di filtrazione superiore al 99%


Il dispositivo proprietario Active Shield – in attesa di brevetto italiano – può essere applicato anche sul modello di maschera precedente, la Narvalo Urban Mask, presentata meno di un anno fa: in questo modo ogni maschera “Narvalo” può trasformarsi in un device IoT di ultima generazione. La tecnologia dell’Active Shield completa così un prodotto di altissima qualità, che unisce know how e manifattura made in Italy: grazie allo strato in carbone attivo e alla tecnologia filtrante BLS Zero di BLS, la Narvalo Urban garantisce un livello di filtrazione superiore al 99%, proteggendo da inquinamento atmosferico, odori e pollini oltre che da virus e batteri. In più, Narvalo Urban Active è dotata di Face-Fit, una guarnizione antibatterica in grado di adattarsi perfettamente al viso per ridurre al minimo la dispersione di aria verso l’esterno, prevenire le irritazioni della pelle  causate da un indossaggio prolungato della mascherina e allo stesso tempo dire addio agli occhiali appannati. Disponibile in 6 diversi colori, la maschera vanta anche un design registrato: il tessuto 3D di rivestimento è traspirante, lavabile, idrorepellente e antistrappo.

 

La campagna su Kickstarter

Tramite Kickstarter è possibile acquistare la maschera completa, la Narvalo Urban Active, o soltanto l’Active Shield con uno sconto Early Bird esclusivo riservato ai primi sostenitori del progetto. Narvalo Urban Active Mask può essere acquistata al prezzo di partenza di 124€ (oltre il 50% di sconto rispetto al prezzo di listino di 249,90€) e opzioni di acquisto multiplo con ulteriori agevolazioni. Per chi ha già una Urban Mask, la valvola elettronica Active Shield sarà acquistabile con prezzo di partenza di 84€ (50% di sconto rispetto al prezzo di listino di 169,90€).

“Il nostro obiettivo minimo è fissato a 50.000 dollari, speriamo di poter raggiungere questa soglia rapidamente e vedere come reagisce il mercato”, sottolineano Arquilla ed Ewoud. “Kickstarter rappresenta una piattaforma di lancio, un modo per allargare gli orizzonti del progetto parlando ad un pubblico internazionale che, con un occhio critico, è in grado di riconoscere ed apprezzare i prodotti innovativi”.

 

La mascherina del futuro

Per il futuro il team di Narvalo sta lavorando per rendere il prodotto ancora più accessibile “come la taglia piccola, che arriverà a breve”. Ulteriori sviluppi riguarderanno la definizione di specifiche versioni per lo sport, la salute ed il lavoro. “Narvalo, come dichiara il nostro claim ‘air of change’, intende generare una nuova cultura intorno alla protezione delle vie respiratorie e non solo. Stiamo stabilendo partnership con attori referenziati con l’ambizione di generare una comunità di utenti responsabili per generare una nuova cultura ed un approccio che partendo dalla protezione, inevitabile in questa fase storica, arrivi alla generazione di azioni più efficaci e proattive per un futuro migliore. Sono in arrivo anche altri prodotti che andranno in questa direzione e che si propongono di cambiare e migliorare la qualità della vita delle persone”.

 

Senza dubbio la pandemia, che ha reso obbligatoria la mascherina, ha sdoganato l’uso di questo accessorio, ormai imprescindibile nella vita quotidiana. “La mascherina ha una funziona importante, già nota nella cultura orientale, di ridurre anche la diffusione di virus meno impattanti, come quello dell’influenza, e di proteggere dall’inquinamento”, spiegano i creatori di Narvalo. Sicuramente ora le persone sono più consapevoli e sanno “come proteggersi e individuare i prodotti più adatti. Non pensiamo e non speriamo in un futuro in cui tutti siano costretti ad utilizzare la mascherina ma purtroppo finché non saranno intraprese azioni sistemiche che concorreranno alla riduzione dell’inquinamento ne avremo bisogno”.