immagine-preview

Ott 10, 2018

Printered: la startup lucana di tipografi che sfida l’era digital

Tra i servizi gratuiti offerti: spedizione (anche anonima), assistenza one to one, stampa in rotativa, verifica professionale del file e conservazione nel cloud

Da block notes ad espositori, da bigliettini da visita a manifesti. Printered è la tipografia online che lavora a “tu per tu” con il cliente per mettere a punto il prodotto ideale e lo spedisce, in pochi giorni, gratuitamente. L‘azienda, nata da esperti lucani con esperienza pluriennale nel settore, si è trasferita sul web un anno fa. “Vogliamo rispondere attivamente alla crisi che investe questo settore, perciò abbiamo traslocato online”, spiega Gianpiero Colonna, responsabile Marketing di Printered. La startup, con sede a Matera, unisce artwork e progetti grafici di vecchio stampo alla tecnologia. Un’azienda che ha saputo mantenere salde le proprie radici anche nel veloce, caotico, World Wide Web.

 

Le offerte gratuite di Printered

I servizi che questa startup mette a disposizione sono davvero numerosi, ma la novità è che sono tutti gratuiti. Tanto per cominciare, la spedizione in Italia: interamente a carico dell’azienda. “Qualsiasi sia il prodotto ordinato, il cliente non dovrà tirare fuori un centesimo per farsi recapitare l’acquisto. Inoltre, avrà la possibilità sia di poter ricevere il prodotto in anonimato, che di scegliere tra due o tre date in cui è sicuro di trovarsi presso l’indirizzo indicato. Gratuita è anche la visualizzazione del tracking, accessibile online in qualsiasi momento”, spiega il responsabile Marketing.

Questa tipografia online non si limita a ricevere ordini e portare a termine il prodotto, ma offre un supporto assistenziale personalizzato gratuito. “Quando ci viene commissionato un lavoro, dopo aver definito insieme al cliente i dettagli, facciamo sempre una verifica professionale gratuita del file, ovvero, valutiamo la conformità del prodotto elaborato online con la stampa – spiega Colonna – Inoltre, ad ogni nostro cliente affianchiamo una figura di riferimento interna che lo segue, passo passo, nel completamento del prodotto. Come una sorta di tutor al quale rivolgersi per ogni esigenza e richiesta”.

Oltre ad un tradizionale numero telefonico di assistenza, si possono chiedere informazioni via chat agli addetti. “Altro elemento essenziale offerto da noi gratuitamente – spiega il responsabile Marketing – è la conservazione del file stampati all’interno del nostro cloud“. Un servizio che, spesso, avviene a pagamento, ma il quale, nel caso, ad esempio, di ristampe urgenti, diventa essenziale e permette di risparmiare una buona quantità di tempo. La stampa in rotativa, ideale per coloro che producono medie/alte tirature, è un altro dei servizi gratuiti messi a disposizione.

Ultimo, ma non meno importante, oltre alla possibilità di poter concordare con l’azienda qualsiasi tipo particolare di stampa fuori dagli standard, c’è la certificazione FSC. Che cosa vuol dire? Che il prodotto è stampato su carta proveniente da foreste gestite nella totale correttezza e legalità, secondo i parametri fissati ed approvati dal Forest Stewardship Council (Consiglio di Gestione Forestale).

 

Prospettive presenti e future della startup

Chi sono i clienti-tipo di Printered? “Soprattutto studi grafici, tipografi, designer, agenzie di comunicazione, aziende, piccole e medie imprese ed associazioni. Siamo una B2B a tutto tondo”, spiega Colonna. Per conciliare passato e presente, l’azienda si è avvalsa anche del lavoro dell’artista Luca Barcellona, calligrafo di fama internazionale, che ha realizzato per Printered due interessanti artworks. “Un risultato che unisce la meticolosità ed il fascino della scrittura d’altri tempi alle esigenze del web”, aggiunge il responsabile.

Di recente, Printered ha messo a segno una partnership con Kodak. E’ la prima volta in cui il colosso della stampa diventa partner di un web to print. “Punto in più che certifica la qualità dei nostri prodotti e la professionalità che mettiamo nel nostro lavoro”, commenta Colonna. L’azienda, che, per adesso, conta otto dipendenti nel comparto sviluppo, ambisce a diventare tra i player più importanti del settore nel mercato italiano e chissà se, tra qualche anno, si spingerà anche oltre confine.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter