8 cose che il Governo deve fare subito per le startup secondo 8 investitori

Cosa dovrebbe contenere il decreto Finanza per la crescita 2.0 secondo chi con le startup in Italia ci lavora. Le opinioni di investitori e associazioni

7 maggio. In un’intervista al Corriere della Sera Pier Carlo Padoan annuncia: «Niente tasse a chi investe nelle piccole e medie imprese». 9 maggio. Alcune agenzie confermano che la defiscalizzazione degli investimenti avrebbe riguardato anche le startup innovative. Si parla di investimenti in startup da parte di società quotate che decidono di acquistare almeno il 20% delle azioni di un’azienda innovativa. «Un provvedimento al vaglio in queste settimane», si leggeva in quei giorni. Ad oggi del decreto Finanza per la crescita 2.0 non se n’è ancora discusso, ma sappiamo che succederà. A breve. E’ qualcosa che interessa, e tanto, chi con le startup in Italia ci lavora. Founder&Funders. I primi potrebbero improvvisamente trovarsi molto più appetibili per aziende in cerca di nuovi mercati o prodotti. Ma anche i secondi, che le quote tante volte le posseggonoNe abbiamo contattati otto. E sembrano un po’ tutti d’accordo, con qualche distinguo. Anche duro.

magnifici 8

Il presidente di Italia Startup Marco Bicocchi Pichi lo vede come un passo verso lo slogan che lo ha portato alla presidenza dell’associazione delle startup italiane: «Un miliardo di investimenti». Ma chiede anche che il Governo convochi le associazioni di settore (come la sua) per discutere le possibili misure sulle startup. Per Riccardo Donadon di H-Farm è quello che serve al settore, quello che chiede oramai dal 2012. Sulla stessa linea anche Marco Gay di Digital Magics che vorrebbe una detassazione alla spagnola, Marco Cantamessa di i3P che la vede come leva per liberare la ricchezza privata (enorme) che c’è in Italia. Unica nota critica è Gianmarco Carnovale, Roma Startup, associazione romana delle startup, che ritiene «poco utile» incentivare le Pmi a fare R&D e propone tra le altre cose una «no-tax&bureaucracy area fino a 60 mila euro». Qui un quadro completo delle 8 opinioni raccolte. Con un link all’intervista integrale pubblicate oggi dal nostro sito.


“Leggi


“Leggi


“Leggi


“Leggi


“Leggi


“Leggi


“Leggi


“Leggi

Arcangelo Rociola – Aldo V. Pecora
@arcamasilum
@aldopecora

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti