Round da 20 milioni di euro per brumbrum - Startupitalia immagine-preview

Feb 4, 2019

Round da 20 milioni di euro per brumbrum

L'aumento di capitale servirà a consolidare la posizione sul mercato italiano e a porre le basi per l’espansione internazionale

L’e-commerce di auto usate brumbrum, selezionato dalla redazione di StartupItalia tra le 100 migliori startup del 2018, ha annunciato di aver chiuso un nuovo round di investimento Serie B da 20 milioni di euro a cui hanno partecipato alcuni tra i principali fondi internazionali di venture capital, guidato da Accel, insieme a Bonsai Venture Capital, e.ventures e al precedente azionista United Ventures.

Per Accel si tratta del più grande investimento mai realizzato nel nostro Paese e, in generale, nell’ambito del Venture Capital. Dalla startup fanno sapere che l’aumento di capitale servirà a consolidare la crescita di brumbrum sul mercato italiano e a porre le basi per l’espansione in Europa, un mercato che vale circa 300-400 miliardi di euro.

Francesco Banfi, fondatore e CEO di brumbrum ha dichiarato: “Il mercato delle auto è stato per troppo tempo incerto e necessita di evolversi, motivo per cui miriamo a rendere brumbrum il brand di riferimento dell’automotive. Nella nostra offerta di auto usate o a km 0 e noleggio a lungo termine per privati, mettiamo la trasparenza, la fiducia e la convenienza al centro dell’esperienza dell’utente. Siamo entusiasti di avere Accel tra i nostri partner, certi che questo ci condurrà a una rapida crescita e all’introduzione di nuove prospettive nel mercato europeo dell’automotive.”

Leggi anche: United Ventures SGR investe 10 milioni di euro in brumbrum SpA

Luca Bocchio, Principal di Accel ha affermato: “brumbrum è parte di una nuova ondata di marketplace che stanno innovando radicalmente la value chain del proprio settore per poter apportare significativi benefici ai consumatori. Francesco e il suo team stanno ridefinendo il mercato delle auto, avendo saputo costruire delle solide fondamenta per questo business in breve tempo e con un feedback estremamente positivo da parte dei propri clienti.”

Attualmente, la piattaforma online offre due diverse proposte di mobilità: l’acquisto di usato o auto a km 0 e il noleggio a lungo termine per privati. Per le auto in vendita, brumbrum seleziona e acquista le proprie vetture, le controlla e ripara presso i propri centri operativi, prima di renderle disponibili nella vetrina virtuale.

“Un team raddoppiato in 12 mesi”

“Negli ultimi 12 mesi siamo quasi raddoppiati – racconta Banfi a StartupItalia – e brumbrum ormai conta più di 50 persone: dai meccanici che lavorano nei nostri garage, ai fotografi che si occupano di scattare le immagini pubblicate sul sito web, al Customer Care composto da professionisti che seguono personalmente ogni singola vendita. Ma non è tutto, perché ci sono anche un team dedicato all’acquisto delle nuove vetture selezionate tramite algoritmi di machine learning, un team di sviluppatori che lavorano alla piattaforma che tiene in piedi tutto il processo e infine un team di marketing, UX e comunicazione che gestisce e promuove il nostro sito web”.

“Chi decide di acquistare un’auto online – continua – vuole risparmiare tempo e denaro senza temere brutte sorprese. brumbrum nasce dall’esigenza di coniugare la rapidità e la semplicità di acquisto che caratterizzano l’e-commerce, con i migliori standard di qualità e sicurezza del mercato dell’auto e per rispondere al bisogno di trasparenza e fiducia degli utenti. Approcciando inizialmente il mercato dell’usato, l’azienda ha ampliato la propria offerta includendo a maggio 2018 il prodotto del Noleggio a Lungo Termine, assecondando l’evoluzione del mercato automotive che sta trasformando progressivamente l’auto da bene a servizio”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter