Coronavirus, Consip ha ordinato 3.800 ventilatori polmonari - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 15 marzo 2020 alle 11:22

Coronavirus, Consip ha ordinato 3.800 ventilatori polmonari

La centrale acquisti della PA fa sapere che 300 sono già disponibili e in pronta consegna

Con l’acuirsi dell’emergenza sanitaria da Covid-19, Consip, la centrale acquisti della Pubblica amministrazione, ha potuto accelerare sulle procedure di rifornimento per non lasciare vuoti i magazzini degli ospedali acquisendo stock di portata eccezionale. Attualmente l’Agenzia sta operando sotto le direttive dello stesso Capo Dipartimento della Protezione civile e del Commissario straordinario Domenico Arcuri, individuato come dal premier Giuseppe Conte con il decreto #iorestoacasa. Con una nota divulgata alcuni istanti fa sono stati resi pubblici i materiali destinati agli operatori in prima linea nella lotta al Coronavirus.

© Viminale

Leggi anche: Coronavirus, con la Carta del Docente si possono comprare webcam, microfoni e app

Consip: 3.800 ventilatori polmonari in arrivo

Nell’ambito delle proprie attività sull’emergenza Covid-19 – fa sapere Consip – sono stati già ordinati oltre 3.800 ventilatori polmonari, di cui i primi 329 ventilatori polmonari con consegna a 3-7 giorni e oltre 3.500 ventilatori a 15-45 giorni. Inoltre, Consip ha reso disponibili in pronta consegna altri 300 ventilatori polmonari, individuando l’azienda Siare Engineering di Bologna.

Leggi anche: CPAP: cos’è, a cosa serve e perché può aiutare nel gestire l’emergenza Coronavirus in Lombardia

Sono poi state contrattualizzate forniture per oltre 30 milioni di mascherine chirurgiche, più di 7 milioni di guanti e oltre 13 milioni di tute, camici, calzari, cuffie e camici, ancora da assegnare da parte di Protezione Civile. Infine, sono state contrattualizzate forniture per oltre 390mila tamponi rinofaringei e più di 260 kit diagnostici corrispondenti a oltre 67mila test.

Leggi anche: Chi è Domenico Arcuri, il nuovo super-commissario per l’emergenza Coronavirus

Tutte le forniture per l’emergenza sanitaria – sottolineano da Consip anche a seguito delle recenti polemiche tra Regione Lombardia e Protezione civile – sono completamente sicure, provengono da fornitori verificati e rispettano le specifiche tecniche elaborate dalle istituzioni sanitarie competenti. La Società sta operando con procedure che consentono tempi brevi, sicurezza, qualità dei prodotti, ed eventuali anomalie rilevate saranno segnalate alle autorità competenti.

Leggi anche: Le linee guida della PA per lo smartworking? Pentium 4 e Windows 7

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter