desc

Tre giorni per le migliori app di telemedicina. Il nuovo appello del Ministero dell’Innovazione

STARTUP
Edit article
Set prefered

Tre giorni per le migliori app di telemedicina. Il nuovo appello del Ministero dell’Innovazione

“All’interno di Innova per l’Italia abbiamo definito due iniziative per la ricerca di possibili soluzioni – ha detto Paola Pisano – La prima riguarda soluzioni per rispondere alla richiesta di tamponi, mascherine e ventilatori terapeutici. La seconda  verrà pubblicata domani, e riguarderà la raccolta e valutazione di app e strumenti tecnici di teleassistenza per pazienti”

“All’interno di Innova per l’Italia abbiamo definito due iniziative per la ricerca di possibili soluzioni – ha detto Paola Pisano – La prima riguarda soluzioni per rispondere alla richiesta di tamponi, mascherine e ventilatori terapeutici. La seconda  verrà pubblicata domani, e riguarderà la raccolta e valutazione di app e strumenti tecnici di teleassistenza per pazienti”

Il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione all’interno dell’Iniziativa “Innova per L’Italia” lancia, insieme al Ministero della Salute all’Istituto Superiore di Sanità (ISS), all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e con il supporto di un comitato scientifico multidisciplinare, un nuovo invito al mondo dell’impresa e della ricerca. Qui trovate il form per candidarvi e tutte le indicazioni

 

Leggi anche: Innova per l’Italia: il Governo chiede aiuto a startup, PMI, università e aziende contro il Coronavirus

 

“L’emergenza Covid-19 ha evidenziato quanto siano fondamentali la connettività, il digitale e i dati. Per questo motivo abbiamo voluto seguire un approccio concreto che partendo da #solidarietàdigitale metta a fattor comune le applicazioni digitali già disponibili per sostenere le attività del Paese (didattica a distanza e lavoro agile in primis) e si estenda #innovaperlItalia in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Università e della Ricerca”. Ha dichiarato Paola Pisano, ministro per l’innovazione che ha spiegato:All’interno di Innova per l’Italia abbiamo definito due iniziative per la ricerca di possibili soluzioni: La prima  è stata pubblicata oggi lunedi 23 marzo e riguarda soluzioni per rispondere alla richiesta di tamponi, mascherine e ventilatori terapeutici. La seconda  verrà pubblicata domani, martedì 24 marzo, e riguarderà la raccolta e valutazione di app e strumenti tecnici di teleassistenza per pazienti e tecnologie per  l’analisi dei dati. L’obiettivo è capire quali soluzioni siano disponibili, valutare le funzionalità e l’efficacia e, d’intesa con tutte le Istituzioni competenti, attivare o no il processo di adozione”.

La ministra ha anche aggiunto che si aspetta contributi dall’estero: “Fondamentale è anche il raccordo internazionale. Questo sforzo non deve riguardare solo l’Italia ma deve essere messo a disposizione della comunità internazionale”.

Innova per l’Italia il nuovo invito

L’obiettivo è individuare, nei prossimi 3 giorni, le migliori soluzioni digitali disponibili sul mercato per app di telemedicina e strumenti di analisi dati, e coordinare a livello nazionale l’analisi, l’adozione, lo sviluppo e l’utilizzo di queste soluzioni e tecnologie per il monitoraggio e contrasto alla diffusione del Covid-19.

L’uso sistemico delle tecnologie emergenti (data analytics, intelligenza artificiale) e della
telemedicina (teleconsulto, televisita) ha già dato prova in altri Paesi del mondo di essere un’arma utile per monitorare e contenere il contagio da coronavirus SARS-CoV-2.

Per questo il ministero dell’Innovazione chiede a tutte le Pubbliche Amministrazioni, enti ed organizzazioni pubbliche e private, alle aziende che stanno lavorando o che hanno già realizzato
soluzioni tecnologiche nei due ambiti della call, di inviare:

 

1) app e soluzioni tecniche di teleassistenza per pazienti domestici, sia per patologie legate a COVID-19, sia per altre patologie, anche di carattere cronico. Rientrano in questo ambito app e chatbot per l’automonitoraggio delle condizionidi salute, rivolte a tutti i cittadini o solo ad alcune fasce (come i soggetti sottoposti a isolamento fiduciario);

2) tecnologie e soluzioni per il tracciamento continuo, l’alerting e il controllo tempestivo del livello di esposizione al rischio delle persone e conseguentemente dell’evoluzione dell’epidemia sul territorio. Rientrano in questo ambito strumenti di analisi di Big Data, tecnologie hardware e software utili per la gestione dell’emergenza sanitaria.

 

Tutti i soggetti pubblici e privati che vogliono sottoporre una soluzione possono compilare un form dedicato disponibile da martedì 24 marzo ore 9 a giovedì 26 marzo ore 13 sul sito del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione.
Verranno contattati solo i proponenti di soluzioni compatibili con i requisiti per la partecipazione e ritenute adatte dal gruppo di lavoro, in tempi e modi compatibili con le
caratteristiche della proposta e la priorità emergenziale.

 

© Max Montingelli/SGP