Gmail down. Google, che succede? Nuovi problemi con la posta
single.php

Ultimo aggiornamento il 16 Dicembre 2020 alle 1:07

Gmail down. Google, che succede? Nuovi problemi con la posta

"Siamo a conoscenza di un problema con Gmail che interessa un numero significativo di utenti"

Google continua a singhiozzare. In serata infatti si è rapidamente diffuso, per tutto il web, un nuovo hashtag: Gmail down. Un disservizio che colpisce appunto i servizi di posta offerti da Google ma che, data l’ora in cui si sta verificando, è meno evidente per il Vecchio continente.

Leggi anche: PostePay down. Riscontrati problemi con l’app di Poste Italiane

Il Gmail down del 16 dicembre

A giudicare dalle segnalazioni, molti utenti non riescono ad accedere alla propria casella mail, altri non hanno modo di inviare missive. Sul Gmail down di questa notte si è espressa la stessa Google. “Siamo a conoscenza di un problema con Gmail che interessa un numero significativo di utenti”, si legge nella status dashboard di Google, secondo la quale non ci sono altri servizi interessati dal problema a parte Gmail. “Gli utenti interessati sono in grado di accedere a Gmail, ma si verificano messaggi di errore, episodi di latenza elevata e/o altri comportamenti imprevisti”.

Leggi anche: Google down: problemi anche per YouTube, Google Drive e Meet

I nuovi problemi arrivano dopo il Google down della mattina del 14 dicembre, che aveva travolto simultaneamente più servizi offerti dal colosso statunitense: Drive, YouTube, Gmail e perfino Meet usato da milioni di classi per proseguire la didattica a distanza in piena pandemia. Il Google down e il Gmail down mettono ancora una volta in evidenza la fragilità del sistema: è sufficiente una criticità in Google per far saltare, simultaneamente, anche le altre piattaforme.

Leggi anche: Il data leak contro il vaccino Pfizer. Cosa sappiamo degli ultimi attacchi informatici?

Ancora ignote le cause del blackdown mondiale del 14 dicembre. Google si è limitata a dire: “I servizi che necessitano che gli utenti siano loggati hanno riscontrato una elevata percentuale di errore durante quel periodo. Il problema è stato risolto alle 4:32 AM PT (13:32 ora italiana), tutti i servizi ripristinati. Ci scusiamo con tutti gli utenti impattati, condurremo un approfondito esame per garantire che non possa ripetersi in futuro”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche