StartupItalia annuncia un aumento di capitale da 7,3 milioni di euro - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 3 Maggio 2021 alle 16:30

StartupItalia annuncia un aumento di capitale da 7,3 milioni di euro

A bordo salgono CDP Venture Capital, Fondazione di Sardegna P101 SGR e Primo Ventures. Investimenti in tecnologia, team e l'apertura di una nuova sede

StartupItalia sta crescendo: l’annuncio di un aumento di capitale da 7,3 milioni di euro, che segue la campagna di equity crowdfunding conclusa nel 2019, segna una nuova tappa della costruzione di un ecosistema che oggi allarga il perimetro delle attività e dei servizi offerti spaziando dal branded journalism al digital marketing, dal micro-learning al racconto dell’attualità attraverso molteplici piattaforme e linguaggi. Con l’obiettivo – grazie a questa operazione attuata con il supporto di CDP Venture Capital, Fondazione di Sardegna P101 SGR e Primo Ventures – di accelerare la crescita già registrata in questi anni.

Tra gli obiettivi dichiarati da StartupItalia: il consolidamento e l’ampliamento del ruolo di polo di aggregazione e abilitatore dell’ecosistema innovazione del Paese, anche grazie alla promozione dell’integrazione delle community locali. Anche per questo, oggi viene annunciata l’apertura di una nuova sede operativa a Cagliari: lì si concentreranno le attività relative alla ricerca e sviluppo di nuove tecnologie, con la formazione di un team multidisciplinare che comprenda sviluppatori, data scientist, growth hacker e specialisti che già popolano il tessuto produttivo sardo grazie a una tradizione pluridecennale. Cagliari si unirà quindi agli uffici già attivi a Milano e Firenze, contribuendo alle attività e alle linee di business presenti e future del gruppo.

“Valorizzeremo ancora di più la nostra community lavorando allo sviluppo di un ecosistema nazionale, consolidando e rafforzando le nostre attività in Italia, in particolare facendo da ponte con il Sud e le Isole. Vogliamo dare in maniera diretta il nostro contributo per supportare l’espansione di quelle aree del nostro Paese che ancora devono fare i conti con un gap economico e un digital divide importanti”: è la dichiarazione del CEO di StartupItalia, Filippo Satolli, affidata al comunicato con cui l’operazione è stata annunciata. “Lo facciamo attraverso lo sviluppo di tecnologie innovative che amplificano il potenziale della nostra community in maniera scalabile – prosegue il comunicato – e che ci permetteranno di proiettarci anche a livello internazionale”.

I numeri dell’operazione

L’ammontare complessivo dell’operazione annunciata oggi raggiunge i 7,3 milioni di euro: lead investor è CDP Venture Capital SGR, che partecipa con un totale di 3 milioni di euro al round coinvolgendo Fondo Italia Venture I e Fondo Italia Venture II (Fondo Imprese Sud). All’operazione si uniranno anche Fondazione di Sardegna con un investimento di 500.000 euro, e Primo Ventures SGR e P101 SGR per conto dei fondi in gestione: ciascuna di queste ultime ha sottoscritto l’aumento di capitale per 250.000 euro. La quota residua, pari a 3,3 milioni, sarà disponibile per la sottoscrizione da parte di tutti i soci investitori: la chiusura del round è prevista entro il 30 ottobre 2021.

“Vogliamo dare un sostegno concreto allo sviluppo dell’intero sistema italiano supportando la contaminazione fra il mondo delle startup e le grandi aziende del territorio, che devono puntare sull’open innovation come leva principale per innovare ed evolversi – ha aggiunto Satolli – Siamo molto felici di dare il benvenuto ai nuovi investitori che, non solo stanno apportando dei capitali importanti, ma soprattutto delle competenze e del know-how essenziali per lo sviluppo strategico del gruppo. Perché l’inclusività e la condivisione sono, dalla sua nascita, tra gli elementi fondamentali del successo di StartupItalia”.

Il gruppo StartupItalia

Fondata nel 2015 a Milano, StartupItalia è divenuta oggi a tutti gli effetti un gruppo formato da diverse realtà che collaborano nei diversi settori in cui sono impegnate. Da Instal, specializzata nel mobile marketing e digital advertising, a 4books, app dedicata al micro-learning e fondata da Marco Montemagno; Hoopygang, che lavora su influencer marketing e servizi creativi, e VDNEWS che indaga i temi lifestyle e l’attualità. A questo si uniscono anche UpAcademy, piattaforma per la formazione, e il database dell’ecosistema italiano dell’innovazione UpBase annunciato durante la Winter Edition di SIOS20.

Nel 2018, StartupItalia ha dato vita a una delle campagne di equity crowdfunding di maggior successo in Italia: in due mesi oltre 2.000 investitori hanno aderito all’offerta, con una raccolta complessiva di 2,8 milioni di euro. Più di 1.000 autori hanno già contribuito alla creazione di contenuti sulla testata StartupItalia, che ogni mese raggiunge 15,7 milioni di utenti sulle piattaforme social su cui è presente e 1,5 milioni di lettori attraverso il sito. StartupItalia sin dal 2015 organizza inoltre SIOS, StartupItalia Open Summit: l’evento dedicato all’ecosistema innovazione che ogni anno assegna anche il premio di “Startup dell’anno” alla nuova impresa che si è maggiormente distinta per le attività svolte nell’arco di 12 mesi. La prossima edizione speciale di SIOS si terrà il prossimo 21 maggio a Cagliari.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche