desc

Cittadinanza digitale e sicurezza online aprono in nuovo anno scolastico

STARTUP
Edit article
Set prefered

Cittadinanza digitale e sicurezza online aprono in nuovo anno scolastico

3000 studenti al Quirinale per l’apertura del nuovo anno scolastico. Sono stati distribuiti due opuscoli sulla sicurezza in rete e il report “La Buona Scuola”

3000 studenti al Quirinale per l’apertura del nuovo anno scolastico. Sono stati distribuiti due opuscoli sulla sicurezza in rete e il report “La Buona Scuola”

Finalmente la scuola si attrezza per navigare e far navigare in maniera sicura i ragazzi. Ieri in occasione dell’apertura dell’anno scolastico svoltasi al Quirinale, i bambini e gli adolescenti hanno ricevuto in dono due opuscoli per la sicurezza online, realizzati dal Miur e dal Sic, Safer Internet Centre Italia. Un primo passo che va nella direzione di fare educazione alla cittadinanza digitale.

Linee guida per studenti, genitori ed insegnanti

Le guide che si trovano negli zainetti distribuiti ai ragazzi trattano alcune tematiche legate all’utilizzo del web da parte dei giovani; mentre il pieghevole per i genitori si occupa di alcuni temi fondamentali legati alla sicurezza in Rete, fornendo consigli utili per rapportarsi con i figli nativi digitali.  Da oggi inoltre il Sic, si legge in una nota dell’Autorità garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, lancia e mette a disposizione di tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado, anche un set di materiali informativi e didattici volti a stimolare e promuovere un uso sicuro e responsabile dei media fra i più giovani.

L’uso responsabile di Internet

Il sito Generazioniconnesse.it nasce per promuovere un uso sicuro e responsabile di Internet e dei nuovi media da parte dei più giovani. E’ un progetto coordinato dal Miur e co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Safer Internet. Un portale che offre un servizio utile grazie alla Helpline che da supporto, in particolare a bambini, adolescenti e genitori in merito a esperienze negative e/o problematiche inerenti l’utilizzo dei nuovi media. Non solo. Generazioniconnesse.it offre due hotlines ovvero un servizio riservato agli utenti della Rete che dà la possibilità di segnalare la presenza online di materiale pedopornografico.

generazionilogo

Se mi posti ti cancello

La Scuola anziché giudicare, puntare il dito contro i ragazzi “smanettoni”, ora ha deciso di usare gli strumenti del web e non solo per parlare ai ragazzi, ai genitori e agli insegnanti. Un impegno che non si ferma solo alla distribuzione delle guide negli zainetti ma coinvolge i ragazzi in maniera diversa. Si comincia con la web serie Tv della Campagna “Se Mi Posti ti Cancello”, che sarà disponibile in cinque puntate sul canale on demand di Mtv.it a partire dal 29 settembre, tutti i lunedì, fino al 27 ottobre. se-mi-posti-ti-cancello
La web serie prende ispirazione dagli oltre 300 video inviati dai ragazzi tra gli 11 e 16 anni di tutta Italia che hanno partecipato alla campagna. I vincitori dei cinque video selezionati dalla giuria hanno partecipato, insieme agli attori protagonisti della serie, alla realizzazione delle puntate che si focalizzano sul tema della sicurezza in Rete e in particolare su cyberbullismo, sexting, esposizione ai media, sessualità online e digital divide.

Ora non resta che puntare alla formazione permanente dei docenti che non possono formarsi solo attraverso una guida o un sito. La scuola deve coinvolgere al più presto persone competenti in materia che forniscano gli strumenti necessari ai docenti per essere in grado di ascoltare i loro allievi.