Poste ha acquistato Nexive, closing entro gennaio - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 16 novembre 2020 alle 20:48

Poste ha acquistato Nexive, closing entro gennaio

L'enterprise value di Nexive è stato concordato tra le parti per 60 milioni mentre il prezzo finale di acquisto sarà determinato a valle del processo di due diligence

Poste italiane ha sottoscritto un accordo preliminare, con la previsione di siglare il definitivo entro il primo mese del 2021, con la società olandese PostNL European Mail Holdings e la società tedesca Mutares Holding, per acquistare l’intero capitale sociale dell’operatore postale, attivo in Italia, Nexive Group, operatore dalla classica livrea color arancio. L’enterprise value di Nexive è stato concordato tra le parti per 60 milioni mentre il prezzo finale di acquisto sarà determinato a valle del processo di due diligence.

Leggi anche: Il piano “Italia Cashless” accelera? Incontro tra Conte, Banche e Poste

© Poste Italiane

Leggi anche: L’e-commerce fa volare Poste Italiane, in nove mesi ricavi da 8 miliardi

Il closing dell’operazione è previsto entro Gennaio 2021. Prima è infatti necessario ottenere l’ok dell’Antitrust.
Nexive è il primo operatore postale privato in Italia (l’ex TNT Post, cambiò nome nel 2014) con una quota di mercato di circa il 12% nella corrispondenza, pari a circa 350 milioni di volumi annui (di cui circa il 5% posta cosiddetta ‘descritta’) e una quota di mercato dell’1% circa nei pacchi, pari a circa 8 milioni di pezzi consegnati nel 2019. Nel 2019 ha registrato un fatturato proforma di circa 200 milioni di euro e occupa 1.300 dipendenti e oltre 5.000 addetti delle società partner esterne.

Leggi anche: La pratica dell’avviso in giacenza costa caro a Poste. Multa dell’Antitrust

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche