UniCredit StartUp Plus: tutto quello che c’è da sapere sul mondo dell’innovazione in 4 video
single.php

Ultimo aggiornamento il 25 Marzo 2021 alle 8:00

UniCredit StartUp Plus: tutto quello che c’è da sapere sul mondo dell’innovazione in 4 video

Due webinar di StartUp Plus dedicati all’approfondimento degli “elementi virtuosi” per le startup che vogliono consolidare il proprio percorso d’impresa, gli strumenti e le opportunità per finanziare la neo-imprenditoria

Guardare al futuro significa favorire e sostenere i migliori progetti innovativi. Per questo motivo, anche in un periodo complesso come quello attuale, UniCredit ha inaugurato il 2021 confermando e, anzi, accrescendo il proprio impegno nei confronti del mondo delle startup.

È difatti aperta, fino al prossimo 20 aprile, la call per iscriversi all’ottava edizione di UniCredit Start Lab, la piattaforma di business creata da UniCredit e rivolta a startup e PMI innovative italianeTech” ad alto potenziale. In particolare, Start Lab 2021 si incentrerà su quattro macro settori: Innovative Made in Italy, Digital, Life Science e Clean TechUniCredit Start Lab offrirà alle startup supporto tecnico, al business, bancario e all’investimento, accompagnandole nella loro crescita. In più, il miglior progetto imprenditoriale selezionato in ciascuna delle quattro categorie riceverà un grant di 10mila euro. È possibile iscriversi a questo link.

UniCredit ha inoltre lanciato quest’anno StartUp Plus, un evento di due giorni, tenuto il 16 e il 17 febbraio, incentrato sugli “elementi virtuosi ed errori da evitare nello sviluppo di una startup” e sugli “strumenti e opportunità per finanziare le startup innovative”. Organizzata in modalità digitale, l’iniziativa ha avuto un grande successo, raccogliendo una platea di 1.300 innovatori e startupper, collegati da tutta Italia per ascoltare i 18 relatori e opinion leader presenti.

UniCredit_StartUp_Plus

I consigli di UniCredit StartUp Plus

Durante gli eventi di StartUp Plus, sono stati affrontati una serie di temi fondamentali per gli imprenditori innovativi e sono stati dati consigli utili per le startup in procinto di effettuare l’iscrizione alla call di Start Lab.

Strategie da adottare ed errori da evitare dai nuovi progetti imprenditoriali

La parte iniziale del primo dei due incontri di UniCredit StartUp Plus (il video è disponibile a questo link), ha visto alternarsi sul palco virtuale dell’evento diversi esperti e manager, che hanno risposto alle domande relative a come far crescere una startup.

In particolare, ad Andrea Casini, Co-CEO Commercial Banking Italy di UniCredit, è stata affidata l’introduzione al webinar. Danilo Mazzara, Strategy Advisor e Open Innovation Lead di Accenture Strategy si è occupato degli aspetti più importanti per far crescere una startup: dalla credibilità del progetto, alla scalabilità del business, all’accesso alle risorse neccessarie, al bilanciamento del team, fino ai principi per una sana nuova impresa.

Leggi anche:
Countdown #SIOS21 Sardinia Edition. «In questo nuovo tempo connesso riscriviamo le geografie del lavoro»

Una tavola rotonda tenuta da Gianfranco Bellezza, Ceo e Founder di Golden Bridge Consulting, Francesco Cicione, Founder e Presidente di Entopan, e Lucia Chierchia, Managing Partner e Head of Phygital Factory di Gellify, ha affrontato il delicato tema degli errori più classici da evitare nello sviluppo di una startup.

Dal business plan al pitch di successo, quali suggerimenti?

La seconda parte del webinar di StartUp Plus tenuto il 16 febbraio (il video è disponibile a questo link) ha offerto molti consigli utili agli startupper.

In particolare, Francesca Perrone, Responsabile WEU Start Lab e Development Programs di UniCredit, insieme a Giusy Stanziola, di UniCredit Start Lab, si sono soffermate sui consigli utili per strutturare un business plan efficace.

Passo successivo per i neo-imprenditori alle prese con application e call, è la costruzione di un pitch di successo, argomento affrontato da Antonio Perdichizzi, CEO e Founder di Tree: obiettivi, target, elementi imprescindibili e trucchi del mestiere.

Leggi anche:
Le antibiografie: Leonardo da Vinci, un ipercinetico pigro

Investimenti in startup, tutto quello che c’è da sapere

I founder devono conoscere le caratteristiche dei finanziamenti in startup, dal pre-seed al round di Serie A, gli strumenti finanziari europei e i criteri di selezione per ottenere investimenti da Venture Capital e Business Angel. Argomenti che UniCredit StartUp Plus ha trattato nella prima parte del secondo giorno dell’evento (il video è disponibile a questo link).

Nicola Redi, Managing Partner di Venture Factory, ha approfondito le caratteristiche e le differenze delle tipologie di investimenti in startup dal pre-seed al round A, mentre Antonio Carbone, Responsabile Affari Europei, Comunicazione e Studi della Fondazione Enea Tech, ha offerto una panoramica sugli strumenti finanziari europei a supporto delle giovani imprese.

Cesare Maifredi, General Partner di 360 Capital Partners, e Fausta Pavesio, Startup Advisor e Angel Investor di Venture Partner StartupWiseGuys, hanno invece discusso dei criteri di selezione negli investimenti in startup e dei settori più interessanti, dal punto di vista dei Venture Capital e Business Angel.

La geografia dell’innovazione e le opportunità di UniCredit Start Lab

Dagli Stati Uniti all’Asia, passando per l’Europa: come funzionano gli ecosistemi internazionali dell’innovazione e quali caratteristiche devono avere le startup per esserne parte? È uno dei temi al centro dell’ultima parte del secondo incontro di UniCredit StartUp Plus (il video è disponibile a questo link).

Andrea Zorzetto, Managing Partner di Plug and Play Italia, Francesco Rossi, Partner di Levante Capital, e Lisa-Marie-Fassl, Cofounder e CEO di Female Founders hanno inoltre raccontato come funziona l’innovazione all’estero, con un sipario dedicato anche alle iniziative per le founders.

Leggi anche:
Eni lancia Joule4Ideas, l’iniziativa per far crescere le imprese

Il funzionamento del Fondo Centrale di Garanzia, importante strumento per dare ossigeno alle necessità finanziarie delle startup, è stato illustrato da Fabio Melzani, Coordinatore Capital Light Factory di UniCredit.

A Francesca Perrone e Sabrina Boifava di UniCredit Start Lab è stata affidata la chiusura di StartUp Plus, con un approfondimento per conoscere l’ecosistema UniCredit e per aderire, con qualche indicazione pratica, all’altra grande iniziativa della banca nel campo della neo-imprenditoria: UniCredit Start Lab.

UniCredit_Start_Lab

L’edizione 2021 di UniCredit Start Lab

Se StartUp Plus ha offerto ai founder la possibilità di approfondire i temi più importanti nel mondo dell’innovazione, è con la piattaforma di business di Start Lab che UniCredit offre alle startup l’occasione di crescere, affiancandole nel loro percorso di sviluppo.

In vista dell’edizione 2021, sono state individuate quattro aree di appartenenza, per le startup che decideranno di iscriversi alla call. Innanzitutto, Innovative Made in Italy (come agrifood, moda, design, turismo, meccanica, robotica e nanotecnologie) e Digital, dalle mobile apps, l’internet of things e le piattaforme B2B, fino a sistemi cloud, hardware e intelligenza artificiale. Gli altri due settori sono Life Science (biotecnologie e farmaceutica, dipositivi medici, digital health care e tecnologie assistive) e Clean Tech, con focus su efficienza energetica, rinnovabili, trattamenti dei rifiuti e mobilità sostenibile. È possibile consultare il regolamento (disponibile qui) e iscriversi, entro il prossimo 20 aprile, attraverso questo link.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche